L’Orciolo d’Oro, premi alle eccellenze ed una guida internazionale

Con i suoi trent’anni di vita, L’Orciolo d’Oro (LODO) è il primo, il più antico, e quello che vanta il più grande prestigio internazionale, tra i concorsi dedicati all’olio extravergine d’oliva.

Un’edizione speciale quella del 2021 che, accanto ai nomi dei vincitori dell’annata 2021, ha visto nascere LODO guide. Una guida internazionale (disponibile sia in italiano che in inglese) e che è già sugli scaffali delle librerie (oppure ordinabile direttamente sul sito che racconta e celebra le produzioni delle aziende olivicole internazionali d’eccellenza.

“Non è un elenco asettico, ma il racconto di incontri con i migliori produttori di olio extravergine di oliva del mondo. Abbiamo voluto raccogliere le loro storie, la loro passione, ma anche i loro sacrifici che ogni giorno fanno per regalarci oli semplicemente straordinari”, racconta Manuela Vigo, che raccogliendo il testimone della madre, Marta Cartoceti, ha fatto di LODO e di LODO Guide dei punti di riferimento internazionali per il mondo dell’evo.

All’interno della nuova guida LODO una sezione speciale è dedicata ai Volti dell’Olio. Si tratta di un progetto fotografico curato dagli scatti di Gianmarco Chieregato, che tramite i volti dei patron delle aziende vincitrici è riuscito a immortalare la passione, il sacrificio, l’amore e l’anima dei territori di provenienza dei produttori.

Sono 49 i riconoscimenti assegnati da LODO. Ognuno racchiude un’eccellenza, una peculiarità che fa dell’olio o dell’azienda premiata un unicum all’interno del panorama internazionale.

Per LODO del 2022 sono già aperte le iscrizioni che possono essere fatte esclusivamente collegandosi al sito www.lodo-guide.com