Lapo Elkann e Carlo Cracco faranno un ristorante a Milano

Dopo aver acquistato il vecchio benzinaio di piazzale Accursio, che sarà la sede del Garage Italia Customs, un’azienda specializzata nella personalizzazione automobilistica su misura, Lapo Elkann pensa a un ristorante. Insieme con Michele De Lucchi, Carlo Cracco e Davide Rampello (ha raccontato a Repubblica) in uno degli spazi disponibili nella struttura, il rampollo degli Agnelli vorrebe fare un ristorante all’ultimo grido. Ristrutturazione e arredi ad opera dello studio di De Lucchi, con la consulenza di Rampello e la parte food gestita da Cracco.

La nuova vita del benzinaio non sarà dedicata solo alla personalizzazione “di lusso” delle automobili, ma sarà un mix tra cibo, moda e motori. Progettata da Mario Bacciocchi e costruita negli anni ’50 e costruita all’angolo Certosa-Espinasse, è stata una stazione di servizio dell’Agip fino a metà degli anni Ottanta, dopodiché è diventato un gommista. L’edificio (con cantina e due piani) ha una copertura impermeabilizzata. Ormai abbandonato da più di trent’anni e tutelato dai Beni Culturali della Lombardia, avrà nuova vita. E sarà dedicata alla personalizzazione di lusso delle automobili, l’ultima idea imprenditoriale del vulcanico rampollo della famiglia Agnelli.

Lapo Edovard Elkann (New York, 7 ottobre 1977) è un dirigente d’azienda e imprenditore italiano. È presidente, fondatore e maggior azionista (48,78%) di Italia Independent Group. È consulente di Ferrari. È stato responsabile Brand promotion Fiat Group. Secondogenito di Margherita Agnelli e del giornalista e scrittore Alain Elkann, Lapo è fratello di John Elkann, attuale presidente del gruppo Fiat, e di Ginevra Elkann, nonché nipote di Gianni Agnelli. Si diploma a Parigi presso il Liceo Victor Duruy e si laurea alla European Business School di Londra in Relazioni internazionali. Presta servizio militare nel corpo degli Alpini come soldato semplice nella Brigata Taurinense.

Fonte: Milanotoday