La rinascita del Boulevardier nella golden age del whisky VIDEO

Drink classico, il Boulevardier risale agli ’20. Come ricorda anche Jim Meehan nel libro Il manuale di Jim Meehan, la sua ricetta compare per la prima volta nel Barflies and Cocktail pubblicato nel 1927 da Harry McElhone, celebre barman scozzese che, emigrato a Parigi, aprì l’Harry’s New York Bar. In questo video Riccardo Pilla, bartender del Milan Marriott Hotel, ci insegna come preparare il Boulevardier con un Big Peat Islay Blended Malt Scotch Whisky al posto del Bourbon.

Guarda nel video come si fa la variante di Riccardo Pilla (la ricetta originale prevede 45 ml di Bourbon):

IL BOULEVARDIER CON BLENDED MALT SCOTCH WHISK
Tecnica: stir and strain
Ingredienti: 30 ml di Big Peat Islay Blended Malt Scotch Whisky, 30 ml di Campari, 30 ml di vermouth rosso.
Preparazione: versare gli ingredienti in un mixer glass, mescolare fino a rendere freddo il drink, filtrare in una coppetta cocktail precedentemente raffreddata.
Decorazione: ciliegina o scorza d’arancia

Curiosità: il compositore americano George Gershwin, assiduo frequentatore a Parigi dell’Harry’s New York Bar, compose il brano An American in Paris in omaggio al Boulevardier.