La famiglia Marzotto investe nel beverage rielvando Holy Industries

La famiglia Marzotto scommette sul beverage. A raccontarlo è l’inserto Affari e Finanza di Repubblica, che spiega come Ignotus, la società veicolo creata dal ramo familiare rappresentato da Guillaume Desgorges (nipote di Paolo Marzotto e figlio di Dominique Marzotto), abbia acquisito il 50% di Holy Industries, società italiana fondata dai fratelli Jacopo e Leonardo Signani con il socio Leonardo Presti, valutata 10 milioni di euro.

Obiettivo dell’operazione: porre le basi per una robusta crescita di Holy, un drink di alta gamma che punta sull’aspetto salutistico: solo tre calorie, niente zuccheri, niente grassi, ma tante vitamine, sali minerali ed erbe tra cui tarassaco, finocchio e gingseng.

“Abbiamo svolto una serie di ricerche – ha detto lo stesso Guillaume Desgorges – che ci hanno rivelato la difficoltà dei grandi brand tradizionali ad imporre sul mercato i prodotti legati al concetto del wellness (…) Un elemento che schiude a Holy prospettive molto interessanti”.

A guidare il lancio, è stata chiamata una squadra di manager di esperienza, capitanata dall’ad Francesco Raganelli (un passato come manager in aziende del calibro di Ferrero, Indesit, Lavazza e Danone) e dal responsabile delle vendite Marin Gianfranco, già a.d. di Gatorade e di Red Bull.