La discoteca La Tropicana diventa rifugio per migranti

Come riporta l’edizione online di Palermo del quotidiano La Repubblica, dopo le parrocchie, gli alberghi e le palestre, i migranti vengono ospitati in discoteca. Dal 12 giugno scorso a Ragusa 94 migranti alloggiano in un ex ristorante e sala da ballo, La Tropicana. Quello che era un luogo di divertimento, oggi è un centro di accoglienza fuori dall’ordinario, gestito dalla cooperativa sociale Villa Salus, amministrata dall’imprenditore turistico Giovanni Occhipinti, vice presidente regionale di Forza Italia ed ex presidente del consiglio provinciale di Ragusa.

Occhipinti, che più volte ha preso posizione contro l’operazione Mare Nostrum, ha detto che con l’estate alle porte l’isola rischia l’assalto. All’interno della struttura, sul tetto c’è ancora la palla specchiata, in un angolo c’è il bancone del bar. I letti, da qualche giorno dotati di reti, sono sistemati uno accanto all’altro nel salone centrale.