In arrivo il Super Green pass: bar e ristoranti solo per i vaccinati

Si avvicina sempre di più la messa a punto del Super Green pass. Il nuovo decreto che prevede una ulteriore stretta per evitare la quarta ondata di contagi da Covid sarà approvato tra pochi giorni e conterrà una serie di divieti per chi non si è ancora vaccinato. Anche in Italia, quindi, la linea che si sta seguendo è quella di un “regolamento 2G” simile a quello già adottato in Germania e Austria dove, per ottenere l’accesso ai servizi, è necessario essere vaccinati o guariti dal Covid e non semplicemente presentare un tampone negativo.

Se sembra essere scartata l’ipotesi di estendere l’obbligo di green pass anche a categorie alle quali fino ad ora non veniva richiesto (come ad esempio coloro che usufruiscono dei mezzi pubblici), il lasciapassare verde avrà una durata più ridotta degli attuali 12 mesi (ad esempio 9).

Per quanto riguarda l’accesso ad attività ricreative, la linea emersa dall’ultima Conferenza delle Regioni sarebbe dunque quella del “doppio binario”: un pass solo per vaccinati (e guariti) per poter andare in ristoranti, cinema, teatri, musei, stadi e uno, ottenibile anche con il tampone, per lavorare e per i servizi essenziali. La misura, infine, potrebbe essere valida solo nelle Regioni che passeranno in zona gialla o arancione.

In questa prospettiva, la validità del certificato ottenuto con i tamponi rimarrebbe solo per l’accesso al lavoro o ai servizi essenziali.