Fare impresa in Italia: il commento di Nicola Fiasconaro

Un bell’esempio di come sia possibile fare impresa in Italia, nonostante le persistenti complessità della congiuntura economica e gli intralci di una burocrazia spesso esasperante, arriva da Venasca, piccolo comune di 1.500 anime in provincia di Cuneo, dove lo scorso 17 settembre sono stati inaugurati due nuovi capannoni delle aziende Seris s.r.l., che opera in campo erboristico/farmaceutico, e la Proppy Gel s.r.l., che si occupa della lavorazione di prodotti ortofrutticoli. I capannoni sorgono in un’Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata recentemente recuperata nel perimetro di una zona industriale dismessa di circa 40.000 mq. La tenacia imprenditoriale di chi sa e vuole provare a mettersi in gioco, la lungimiranza di un’Amministrazione comunale che ha creduto nel progetto e, non ultimo, un finanziamento dei fondi FESR (Fondi Europei di Sviluppo Regionale) hanno permesso di trasformare in una realtà concreta il progetto iniziale teso a bonificare il territorio in questione, a riqualificare l’area e a incentivare lo sviluppo economico del contesto di riferimento.

Importanti e numerose le presenze istituzionali, alla cerimonia di inaugurazione dell’Area e al taglio del nastro dei due nuovi capannoni. Dopo gli interventi di Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte, e la benedizione di Sua Eccellenza Monsignor Giuseppe Guerrini, Vescovo di Saluzzo, hanno preso parola l’Onorevole Enrico Costa, Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, l’Onorevole Dorina Bianchi, Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni Culturali e Ambientali e del Turismo e l’Onorevole Mino Taricco. E per l’occasione, in queste terre piemontesi, è stato anche invitato a portare la propria testimonianza un noto imprenditore siciliano. Emblematica, infatti, la presenza del maestro pasticcere Nicola Fiasconaro in rappresentanza dell’omonima azienda dolciaria di famiglia, un caso esemplare di eccellenza imprenditoriale che, nata come piccola realtà locale (l’azienda ha sede a Castelbuono, un borgo medioevale a pochi chilometri da Palermo), ha saputo nel tempo affermarsi a livello internazionale superando le lungaggini di annosi iter burocratici.

logo_fiasconaro_big“Saluto con gioia il battesimo ufficiale di questa nuova area produttiva e dei nuovi capannoni di queste due aziende che hanno saputo superare gli intralci di una burocrazia tipicamente italiana. Piemonte o Sicilia, in questi casi c’è poca differenza. Da anni io e i miei fratelli lottiamo per ottenere l’autorizzazione a espanderci, creando così anche nuovi posti di lavoro, in un sito in disuso adiacente ai nostri stabilimenti ma inevitabilmente le nostre richieste rimbalzano contro il solito muro di gomma. Sono venuto dalla Sicilia appositamente: auguro alla Seris e alla Proppy Gel il più prospero dei cammini” ha dichiarato Nicola Fiasconaro. “Io e i miei fratelli siamo pronti a trasferire l’azienda in Piemonte. Da anni ci battiamo per poter disporre di nuovi spazi che ci permetterebbero di potenziare la produzione e di offrire nuove opportunità lavorative.” – ribadisce Fiasconaro – “Ma a Castelbuono è tutto bloccato: l’ex area artigianale Sirap è in possesso del Comune da sei anni e abbandonata da oltre trenta ma noi non riusciamo ad ottenere uno spazio per l’ampliamento della nostra azienda”.

www.fiasconaro.com