Ilaria Bello vince Lady Drink 2016

Venti candeline. L’edizione 2016 di Lady Drink ha infatti compiuto 20 anni, un traguardo prestigioso per la manifestazione e per Danilo Bellucci, pr e organizzatore di eventi, ideatore del concorso. Un appuntamento che nel corso di questi due decenni è diventato un punto di riferimento per la mixology al femminile. La crescita della manifestazione è andata di pari passo con la presenza sempre più numerosa delle professioniste dello shaker dietro ai banchi bar dei locali più trendy e prestigiosi d’Italia: professionali, tecnicamente preparate, innovative e simpatiche. Caratteristiche messe in bella mostra durante il concorso, che si è svolto lo scorso 17 ottobre all’Hotel Excelsior Palace di Rapallo, una delle strutture dell’ospitalità più prestigiose d’Italia.

1804-premiazioniA valutare le quaranta concorrenti, suddivise nelle categorie ‘Family’ (con l’obbligo di utilizzare nelle ricette il whiskey Jack Daniel’s nelle sue varie declinazioni) e ‘Open’, una giuria di degustazione, composta dalla blogger svedese Helena Tiare Olsen e dalle barlady internazionali Elizaveta Evdokimova e Laura Marnich, e una giuria tecnica, ovvero Francesco Cione, bartender dell’Octavius Bar del The Stage di Milano. A presentare la manifestazione, come per l’edizione 2015, è stato chiamato Gianni Merenda (società YouEvents).

Entrando nel dettaglio dei risultati, la categoria ‘Family’ ha visto la vittoria di Micaela Contini (locale Rocce di Pinamare di Andora, Sv), che ha proposto il cocktail ‘Spycy Experience’. Nella categoria ‘Open’ ha invece trionfato Ilaria Bello (locale Talea di Tor Vaianica, Roma), che ha presentato il drink ‘Un caffè corretto al banco… grazie’.

Ma il concorso non è terminato certo con questa proclamazione. Infatti, le vincitrici delle due categorie si sono affrontate nella finalissima per decidere chi di loro poteva fregiarsi del titolo di Lady Drink 2016 e a prevalere è stata Ilaria Bello, che ha ripresentato il suo cocktail, ottenendo le preferenze della giuria. «Sono molto felice perché è una vittoria inaspettata – ha spiegato la vincitrice –. Tra l’altro ho iniziato il lavoro dietro al banco bar solo da un anno e devo dire che questo risultato mi dà un ulteriore spinta per continuare questa professione».

www.ladydrink.it