Host e TuttoFood, a Milano 2.700 aziende di ospitalità e agro-alimentare

Da oggi, e per cinque gironi, Milano torna ad essere la capitale del mondo dell’ospitalità professionale e del settore agro-alimentare. Tra i padiglioni di Rho Fiera arriveranno 2.700 aziende (di cui più di un terzo internazionali) del settore food&hospitality per lo svolgimento, in contemporanea, di TuttoFood e HostMilano, con una formula ibrida che accanto alla versione “live” vedrà la presenza della piattaforma virtuale Expo Plaza.

Le due manifestazioni arrivano in un momento in cui, per tutte le macroaree dell’hospitality, il restart del fuori casa è in pieno svolgimento. Lo sottolinea l’Ufficio Studi PwC Italia secondo cui, nonostante il 97,5% dei ristoratori abbia registrato nel 2020 un calo di fatturato, i dati 2021 segnano un +82,7% nel 2° trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo stesso trend positivo riguarda l’export italiano della Ristorazione professionale, che nei primi tre mesi del 2021 ha registrato un aumento del 20,8% in termini di valore rispetto al 1° trimestre 2020, superando anche i livelli pre-Covid (con una crescita del 7,5% sullo stesso periodo nel 2019).

Tra gli appuntamenti in programma nella giornata di venerdì 22 ottobre, la conferenza di apertura dedicata al tema dell’innovazione e della sostenibilità per l’industria agroalimentare e, nel pomeriggio, la premiazione dei vincitori del concorso Smart Label, Host Innovation Award; organizzato da Fiera Milano e HostMilano in collaborazione con POLI.Design Consorzio del Politecnico di Milano con il patrocinio di Adi, ques0tanno il premio ha visto arrivare un’ottantina di “submission”, mentre saranno 25 le aziende che verranno premiate per i prodotti, servizi e progetti considerati più “dirompenti” per funzionalità, tecnologie, sostenibilità ambientale, etica o risvolti sociali.

Torna anche, dopo il successo di due anni fa, la “Pasticceria di Lusso nel Mondo” by Iginio Massari, il concept ideato dal Maestro del pastry italiano e internazionale che mette uno accanto agli altri i più grandi nomi del mondo del dolce a livello globale, tutti chiamati ad interrogarsi sulle ultime tendenze del dolce d’alta gamma

All’interno di un programma che, nei cinque giorni della manifestazione mette in agenda tra Host e TuttoFood oltre 900 appuntamenti, durante la prima giornata non mancheranno  convegni e dimostrazioni sulla tecnologie del futuro, a cominciare dalla blockchain (Area Eventi Evolution Plaza, Pad. 14 – dalle 15.30 alle 16.45), gli show-cooking dell’Academy APCI, protagonista la pizza e l’olio d’oliva (Pad. 10, Showcooking Academy Apci) e i i calici di Wine Expert (Pad. 04 Enoteca Unione Italiana Vini).

Chiude il programma, l’evento digitale “Change – Maratona dell’agroalimentare italiano nel mondo post pandemia”, organizzato da Filiera Italia in collaborazione con l’Agenzia Ice; un vero e proprio viaggio nel mondo tra i mercati più importanti per il made in Italy, con più di 60 ospiti da imprenditori, a produttori, giovani agricoltori, esportatori ed opinion leader. Si inizierà dall’Oriente con il Giappone, passando per l’Europa e terminando la maratona nel pomeriggio con gli Stati Uniti d’America. Il 25 ottobre, nello spazio eventi del padiglione 14, si terrà invece il convegno “La filiera agroalimentare, un traino per la ripartenza del Paese”.