Honey Deuce, il cocktail simbolo degli US Open arriva a 22 dollari

Gli spettatori che in questi giorni affollano Flushing Meadows per assistere alle partite degli US Open conoscono fin troppo bene il cocktail Honey Deuce.

Quest’anno però si sono imbattuti in una poco gradita novità, rappresentata da un incredibile aumento del prezzo arrivato a toccare i 22 dollari rispetto ai 18 del 2020. Creato da Nick Mautone, maestro mixologist Grey Goose, insieme a un ristoratore di New York, Honey Deuce è il cocktail ufficiale degli US Open sin dal 2007. Mautone ha unito la vodka (Grey Goose) alla limonata fresca per placare la sete degli spettatori visto l’eccessivo caldo, aggiungendo liquore alle bacche di lampone e palline di melone congelate utilizzate come guarnizione per ricordare le palline da tennis. Assente il miele, a dispetto del nome. Nei calici in cui viene servito è serigrafato il logo ufficiale degli US Open.

Honey Deuce è la bevanda più popolare presso la struttura di Flushing Meadows, più delle classiche bibite o birra, ma adesso il suo prezzo ha finito col sollevare prevedibilmente numerose proteste sui social network.

Comunque l’Honey Deuce resta in vetta alla classifica delle vendite. Nel 2019, secondo Bloomberg, ne sono stati venduti 250.000, soglia che quest’anno si prevede possa essere eguagliata e forse addirittura superata, nonostante il notevole aumento. Tanti lo acquistano solo per mangiare le palline di melone e per conservare come ricordo il bicchiere ufficiale del torneo.