Hamburger, grande passione italiana anche a domicilio

Hamburger: prevalgono i classici, ma si fanno strada anche i nuovi trend green e veggie. Primato di ordini a Roma, ma è di Genova l’ordine più consistente in assoluto. Le rilevazioni di Just Eat.

Ben 295 mila kg e anche di più: a tanto ammontano gli hamburger ordinati a domicilio nel 2020, stando alle rilevazione dell’app Just Eat. Una quantità decisamente rilevante e in crescita del 27% rispetto al 2019.

Bene, anzi molto bene, anche i primi 4 mesi del 2021, con ordini che ammontano a 135 mila kg, pari, praticamente al 46% deli ordini complessivi del 2020.

Quanto alle preferenze, gli italiani virano per lo più verso le versioni più classiche: come il cheeseburger, il bacon burger o l’hamburger con carne di eccellenza nostrana come la Chianina.

Questo non esclude però l’emergere di nuovi trend di gusto:  come il pulled pork burger, l’avocado burger, o le varianti veggie, in crescita del 22% nel numero di ordini rispetto al 2019.

Sui contorni,  all’ever green per antonomasia (le classicissime patatine fritte) si affiancano anche soluzioni più a stelle e strisce come gli onion rings, (in crescita del 33%), i chicken nuggets, le alette di pollo e i mozzarella sticks. Non mancano poi sapori nostrani come le olive ascolane.

Geografia dell’hamburger: la top ten

Parlando di hamburger, Roma si conferma capitale, con il numero più alto di ordini: quasi 52.000 kg ordinati nel 2020 con una predilezione per la tradizione con cheeseburger, bacon cheeseburger e chicken burger. Seconda sul podio  Genova (24.499 kg) che però, il10 settembre 2020, può vantare il primato dell’ordine più consistente: ben 13 porzioni di 9 tipologie diverse. Seguono Milano (15.939 kg) dove spicca l’originale tomino burger e Bologna (12.987 kg) in cui risalta la variante con la carne di Angus. Anche a Torino, con 13.577 kg, vincono le varianti più classiche come bacon burger, cheeseburger e chicken burger, mentre a Napoli (9.150 kg), si distingue, oltre che per il primato di ordini il sabato, anche per  la variante con carne di scottona. A chiudere la top 10 delle città più golose di hamburger troviamo poi Trieste (5.608 kg), Padova e Firenze a pari merito (5.313 kg) e Modena (4.722 kg).

Identikit dell’hamburger lover

Più che per una questione di genere, l’hamburger si caratterizza per una connotazione anagrafica. Se infatti tra uomini e donne la percentuale è ravvicinata con un 53% vs 47%, differenze più marcate esistono, invece, in base all’età: l’hamburger viene infatti prediletto da chi ha 25-34 anni (38%), seguono la fascia di età compresa tra i 35-44 anni (25%), quella  tra i 18 e i 24 anni (18%), fanalino di coda, infine, quella tra i 45e i 55 anni con il 12%.