Giovanni Cova & C.: nuove idee grafiche dagli artisti dell’Accademia di Brera

Come rendere memorabili i primi 90 anni? Una tappa importante per la Giovanni Cova & C, azienda italiana che rappresenta l’eccellenza nei lievitati da forno e distribuita, con il suo marchio internazionale Brera Milano1930 in oltre 62 paesi nel mondo. Un compleanno che l’azienda festeggia confermando la propria vocazione artistica e l’interesse per ogni forma di creatività e talento. Il progetto parte dall’opportunità di affidare agli studenti dell’Accademia, coordinati dai loro docenti, lo studio di ideazione e realizzazione di elaborati, dove gli allievi hanno messo in pratica la loro crescita artistica nei diversi campi quali pittura, grafica, progettazione artistica, product design, fotografia e arti visive.

Le confezioni di Giovanni Cova & C. sono da sempre un elemento distintivo, tanto che ancora oggi le grafie e gli stilemi usati sin dalla sua fondazione ricorrono in buona parte della produzione aziendale, assieme ai progetti che hanno dato risalto a celebrazioni culturali e artistiche al fianco di importanti collaborazioni istituzionali e che hanno confermato quanto una confezione di pregio e una progettualità annessa possano costituire un elemento comunicativo e di condivisione emozionale con i propri estimatori. Comunicare sensazioni, storia ed esperienze attraverso l’arte fa parte del percorso che la Giovanni Cova & C. ha già intrapreso e che ha determinato l’inizio del sodalizio con l’Accademia di Belle Arti di Brera. Una nuova ambizione che punta ai giovani e al loro talento e in prospettiva a confermare il riconoscimento del “Made in Italy” inteso come combinazione tra genialità e tradizione.

Gli art work elaborati dagli studenti hanno come focus i valori dell’azienda pasticcera, quali eccellenza, bellezza, passione, tradizione, innovazione e autenticità; e puntano a valorizzare l’origine del panettone di lusso Milano e a sottolinearne la radice artigianale. L’indissolubile legame con la città di Milano, i suoi emblemi, la sua cultura, fino ad esplorare la moda e la bellezza, dagli 30 ad oggi, esplorando un percorso che va dall’uso vibrante dei colori, allo stile eclettico, moderno e bohémien. I ragazzi hanno lavorato anche sugli elementi grafici e gli stilemi distintivi: Il nome, la corona, il meneghino, il pattern Milano, le geometrie e gli abbinamenti. Ogni artista è stato chiamato per raccontare attraverso il proprio stile, le sue forme e i suoi colori la Food Experience e i momenti di condivisione in cui la marca è protagonista: il Natale, la tavola, la convivialità, il regalo; utilizzando anche nuovi font ed esplorando nuove tecniche e materiali.

Gli elaborati suddivisi saranno oggetto di comunicazione e storytelling e gli artwork più pregevoli potrebbero trovare il loro utilizzo nelle prossime campagne future.

“Da molti anni siamo vicino a quella che è la storia e la cultura italiana e milanese amministratore delegato della Giovanni Cova & C. – afferma Andrea MuzziSiamo stati tra i primi a valorizzare il panettone incartato a mano e tutti gli elementi di pregio che lo costituiscono. Il nostro vuole essere un sostegno alla creatività di questi giovani artisti che si sono dimostrati entusiasti non solo per aver potuto partecipare ma anche per aver lavorato nell’anno più complesso di sempre. Uno spirito di partecipazione e condivisione che rispecchia la nostra volontà di celebrare il convivio più importante dell’anno. Speriamo che questa nostra iniziativa possa costituire un esempio per altre aziende e che il talento possa sempre essere riconosciuto, stimolato e premiato. In fin dei conti non sappiamo se tra i ragazzi ci sarà un o una Basquiat o un Raffaello c’è però che l’arte come forma espressiva non può e non deve fermarsi”.

“La collaborazione appena nata tra la Giovanni Cova & C. e l’Accademia di Brera – dichiara Maria Cristina Galli, Vicedirettore dell’Accademia di Belle Arti di Brera – rappresenta una preziosa occasione per i nostri studenti di confrontarsi non solo con la creatività, ma direttamente con le possibilità che essa incarna nel rilanciare i propri valori anche nel mondo aziendale. La capacità di farsi interpreti di una realtà che lega profondamente alla città di Milano due eccellenze indiscusse viene così a oggettivarsi in progetti inediti e innovativi, in grado di restare fedeli alla tradizione e rilanciare lo sguardo sull’oggi. L’arte quindi si trova qui in dialogo con il proprio tempo, carico di una memoria che si fa pensiero, ricco di rimandi e di inatteso, forte della molteplicità di una coscienza di bellezza”.

La Giovanni Cova & C, di proprietà della famiglia Muzzi, continuerà a preparare panettoni guardando al futuro e allo stesso tempo valorizzando il presente e il passato. Questo importante anniversario porta con sé anche un auspicio di festa e un simbolo di speranza per un futuro più sereno.

Di seguito i vincitori che hanno realizzato i migliori elaborati:
PRIMI POSTI: PAOLA FRANCESCA MAIULLARI, ELISABETTA MARIUZZO
SECONDI POSTI: VALENTYNA KUZMYK, ALESSIO BARCHITTA
TERZO POSTO: MARIANNA DE LUCA, SIMONA PAVONI, IRENE DILIBERTO