Gatorade e Luiss insieme per gli atleti del futuro

È stato presentato due giorni fa – durante la Festa dello Sport organizzata dalla Libera Università Internazionale degli Studi Sociali “Guido Carli” – l’accordo di collaborazione triennale tra l’area sportiva della LUISS e Gatorade, lo sport drink del gruppo PepsiCo.

L’educazione in ambito sportivo e il supporto dei giovani talenti, da sempre ricoprono un ruolo fondamentale per Gatorade. La LUISS – che offre un modello formativo avanzato, orientato a trasmettere non soltanto conoscenze ma ad “allenare alla flessibilità” giovani che possano diventare protagonisti del proprio futuro – è quanto di più simile in Italia ai campus universitari americani, dove Gatorade è nato nel 1965 proprio per supportare gli atleti universitari durante la performance sportiva. Con questi presupposti nasce una partnership tra Gatorade e AS LUISS, che si sviluppa sotto diversi aspetti: in primis il supporto come partner tecnico attraverso la fornitura di prodotto e materiali tecnici inizialmente per 6 delle squadre professionistiche dell’Università. Ogni atleta riceverà inoltre un kit sportivo di partenza composto da sacca, borraccia e un telo sport, da poter utilizzare durante gli allenamenti e le gare ufficiali. Il secondo aspetto vedrà protagonista il Gatorade Sports Science Institute (GSSI), istituto nato nel 1985 dedicato alla ricerca scientifica nel campo della pratica sportiva, che studia gli effetti della nutrizione e dell’idratazione sul corpo umano prima, durante e dopo l’attività fisica per aiutare gli atleti a mantenersi in salute ed a migliorare le loro performances sportive.

Gatorade ed il suo Centro di Ricerca offriranno agli studenti-atleti la possibilità di effettuare lo “sweat test” ed avere report dettagliati e personalizzati sull’idratazione di ciascuno: nello specifico gli atleti, alla stregua dei grandi club mondiali come FC Barcelona, verranno sottoposti ad una rilevazione del sudore effettuata tramite strumenti che misurano la variazione della massa corporea e la perdita di liquidi prima e dopo l’allenamento.

Lo “sweat test” verrà effettuato direttamente dagli scienziati del Centro di Ricerca, la loro presenza nel campus universitario sarà anche occasione per gli studenti di ricevere un’adeguata educazione sull’idratazione e nutrizione sportiva direttamente da figure autorevoli in tali campi scientifici.

Inoltre Gatorade metterà a disposizione ogni anno una borsa di studio, del valore di 15.000€, da assegnare ad uno studente-atleta per accompagnarlo nel suo percorso accademico. Lo studente al quale sarà assegnata la borsa di studio Gatorade è Tommaso Maestrelli, studente di Economia e Commercio e giovane promessa del calcio che dalla scorsa estate veste la maglia della SSD LUISS sotto la guida del mister Rambaudi.

“Per noi è importante sottolineare che l’impegno di Gatorade non è orientato soltanto verso i grandi campioni, la nostra è una missione che coinvolge lo sport praticato a tutti i livelli”, ha dichiarato Mauro Sgaria, SWE NCB Marketing Lead, proseguendo “Siamo orgogliosi di collaborare con una realtà autonoma che prendere esempio dal sistema universitario statunitense, un modello che presuppone la centralità dello studente-atleta che viene messo in condizione di rendere in maniera ottimale sia nello sport che nella carriera accademica”.

“Con questo accordo – spiega Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della LUISS “gli atleti della nostra Università potranno disporre dei più moderni strumenti per migliorare le proprie prestazioni sportive e di un aiuto economico per completare i percorsi di studio. L’Ateneo ribadisce in questo modo il suo metodo di insegnamento largo, che mira non solo a ottimizzare le ore passate in aula, ma anche a valorizzare tutte le altre attività che fanno parte della crescita dei nostri ragazzi. Per noi è motivo di orgoglio sostenere atleti amatoriali e olimpici, giovani che hanno scelto la LUISS per la qualità dei suoi insegnamenti”.