Fratelli La Bufala continua a crescere: nuove aperture in Italia e nel mondo

In Italia verranno valutate nuove aperture in centri commerciali o strutture come aeroporti o stazioni. All’estero, per i potenziali flagship store, gestiti per lo più in franchising, si propende per location fronte strada oltre che nei centri commerciali.

Sono queste le linee guida della strategia di espansione di Fratelli la Bufala – Pizzaioli Emigranti, marchio gestito dalla holding A Cento Spa, che oggi conta 63 ristoranti, di cui 50 in Italia e 13 all’estero (una trentina gestiti direttamente e il resto in franchising), con un giro d’affari nel 2015 di 55 milioni di euro.

“Entro dicembre 2016 inaugureremo due punti vendita, uno presso il Centro Commerciale “Il Maestrale” a Senigallia, l’altro a “Le Gru” a Grugliasco in provincia di Torino – ha dichiarato al sito azfranchising.it Paolo Aruta, amministratore unico Fratelli la Bufala -. All’estero invece apriremo il terzo e quarto punto vendita a Dubai, il secondo a Shanghai e in Egitto. Per la primavera del prossimo anno, invece, torneremo in Arabia Saudita, e dopo l’apertura del primo FLB a Jeddah, inaugurato ad agosto, porteremo la vera pizza napoletana anche a Riyad”.