Food delivery, da oggi UberEats sbarca a Milano

Lo avevamo anticipato a luglio (vedi articolo), ed ora è ufficiale: da oggi UberEats, il servizio di food delivery marchiato Uber, è attivo anche in Italia. Città di partenza: Milano, la quinta città in Europa, dopo Amsterdam, Londra, Parigi e Bruxelles. La stessa Milano – dice il Sole 24 ore – dove da più di un anno, a causa di un’ordinanza del Tribunale, è stato bloccato il tanto discusso servizio UberPOP (quello dei passaggi in auto).

Questa volta, però, Uber lascia a casa le auto: i corrieri saranno in sella a una bici o a uno scooter e stringeranno un rapporto diretto con il ristorante. Uber metterà a disposizione la piattaforma tenendo per sé una percentuale (dal ristoratore). Il corriere, dal canto suo, non ha vincoli orari, né un numero minimo di consegne da fare o di chilometri da percorrere. Può decidere quando andare online e per quanto tempo rimanerci. Non è previsto neanche un abbigliamento o un bauletto identificativo. I corrieri di Uber si muovono in completo anonimato, semplicemente facendo login sulla applicazione. Chi è già utente Uber, troverà il servizio Eats integrato nell’app che già utilizza.

Al momento i ristoranti presenti su Milano sono poco più di cento, e la consegna è assicurata all’interno della circolare esterna della città meneghina (senza minimo d’ordine e spese di consegna).

Ad oggi, UberEATS è disponibile in 43 città nel mondo. E dopo Milano i fari saranno puntati su Roma.