Faitrade lancia la “Grande Sfida” per chi ama il caffè

Gli eventi legati al cambiamento climatico sono in crescita e il caffè è una delle coltivazioni più colpite dall’aumento delle temperature e delle piogge, dalle inondazioni e dalla siccità. Dal 13 al 15 maggio l’organizzazione mondiale del commercio equo invita tutti gli appassionati del caffè a partecipare alla Grande Sfida: raggiungere insieme il record di 100 milioni di tazze di caffè certificato Fairtrade consumate, per supportare i produttori nella loro lotta agli effetti del climate change. L’iniziativa si svolgerà contemporaneamente in 23 Paesi, tra cui l’Italia, con eventi e campagne di sensibilizzazione per invitare tutti a partecipare alla Grande Sfida.

Per partecipare alla Grande Sfida, singolarmente o in gruppo, basterà registrare sulla piattaforma web dedicata alla campagna il numero di caffè Fairtrade bevuti dal 13 al 15 maggio e un contatore dirà in tempo reale se si riuscirà a raggiungere il record. In Italia, la Grande Sfida Fairtrade vuole accendere la competizione tra città, supermercati, bar, dipartimenti universitari, associazioni o gruppi di amici, che verranno invitati a sfidarsi su chi berrà il maggior numero di tazze di caffè certificato Fairtrade in questi tre giorni.

Sul sito sono presenti approfondimenti e storie dei piccoli produttori di caffè e su ciò che possiamo fare come consumatori per sostenerli. È inoltre possibile vedere le sfide in corso in tutti i Paesi coinvolti, nonché richiedere e scaricare i materiali di comunicazione per personalizzare il proprio evento. Per condividere sui social network la propria azione l’hashtag è #FAIRTRADECHALLENGE.

Una campagna nazionale su stampa, web e social media, oltre a eventi ad hoc nei bar delle principali città italiane (Roma, Milano, Torino, Napoli) e lectio magistralis in tre Università (Tor Vergata Roma, Ca’ Foscari Venezia, Università degli Studi di Padova), serviranno ad attirare l’attenzione su un rischio molto alto anche per noi consumatori: quello di perdere la possibilità, in futuro, di godere ancora della nostra bevanda preferita.