Estate 2022: per il 70% degli italiani aumentano i pasti al ristorante

Secondo una ricerca di TheFork, condotta su oltre 3mila risposte, gli italiani andranno a mangiare fuori più spesso durante le vacanze dell’estate 2022. 

Se non sorprende che l’85,5% degli intervistati preveda di andare in ferie, né che il mare sia la destinazione più gettonata (la prenota il 72% degli utenti contro il 9,7% che andrà in montagna e l’8,7% che sceglierà le città d’arte), a fare più rumore in un contesto in cui non mancano le preoccupazioni di carattere economico, è che il 70% degli intervistati prevede di andare al ristorante più spesso che nel resto dell’anno.

Sale lo scontrino medio

E soprattutto sale il budget per le esperienze gastronomiche fuori casa, tanto che per metà della popolazione interpellata da TheFork gli importi spesi saranno maggiori che nel resto dell’anno. La stima dello scontrino medio a persona, infatti, promette di salire fino a 35 euro, con la possibilità di arrivare a 50 euro per la cena (lo sostiene il 20% del campione).

Non solo: la scelta della meta dipende per il 40% degli utenti dalla presenza in loco di buon cibo e buoni ristoranti. La gastronomia così, diventa il principale criterio nella definizione di dove trascorrere le ferie, secondo solo alla vicinanza con la spiaggia. In aumento allora chi cerca sapori esotici poiché, pur restando molto elevata, diminuisce la quota di chi sceglie il Belpaese: 70% contro il 90% dello scorso anno. Complice forse anche meno preoccupazione per i contagi.

Torna TheFork Summer

Per tutta l’estate saranno migliaia i ristoranti che offriranno sconti del 50% attraverso TheFork Summer, l’iniziativa che prevede sconti nei ristoranti aderenti serviti dall’app leader del settore. Secondo il sondaggio infatti le recensioni sono il principale criterio di scelta del locale per il 63,5% degli utenti anche se ben il 20% si lascia trasportare dall’ispirazione del momento.

In ogni caso – prosegue la survey – si prenota soprattutto con mezzi digitali, mentre appena il 20% delle persone opta ormai per la telefonata. Il 70% degli intervistati infine preferisce tavoli all’aperto e vuole assicurarsi un posto nel locale preferito: il 32% degli intervistati riserva il tavolo con almeno 2-3 giorni di anticipo.