Esportazioni alimentari: il made in Italy vola con Expo

I turisti affollano i padiglioni su Cardo e Decumano, i nostri prodotti alimentari riempiono gli scaffali dei supermercati di tutto il mondo. Insomma, l’effetto Expo si fa sentire eccome, sia entro i confini nazionali sia fuori. Secondo un’analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat, le esportazioni alimentari Made in Italy fanno registrare un aumento del 7% nei primi sette mesi del 2015 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La buona notizia per il comparto è che ci sono tutte le condizioni per raggiungere nel 2015 il record storico di 36 miliardi di euro nel valore dell’export agroalimentare tricolore.

Alle tendenze positive determinate dalla ripresa economica e dal tasso di cambio favorevole si è aggiunta – sottolinea la Coldiretti – la spinta propulsiva determinata dalla vetrina mondiale dell’Esposizione Universale. Ad aumentare sono soprattutto i mercati extracomunitari (+11,8%) ma in crescita sono anche le esportazioni nei paesi dell’Unione Europea (+3,8%). Circa i due terzi delle esportazioni alimentari – specifica la Coldiretti – interessa i Paesi dell’Unione Europea con una crescita del 5%, ma il Made in Italy a tavola fa registrare un vero e proprio boom soprattutto negli Stati Uniti con un +23,2% e in Cina (+32,7%).