Rum: arriva in Italia il super premium Don Papa Gayuma

Il premium single island rum dall’Isola di Negros nelle Filippine Don Papa Rum lancia la sua nuova espressione: Don Papa Gayuma, un rum super premium che rende omaggio ai rituali tipici degli sciamani del Monte Kanlaon.

Dal vulcano attivo di Sugarlandia (nome locale per Negros) sull’Isola di Siquijor, o Isla del Fuego, da questo mese arriva in Italia Gayuma – che storicamente significa “pozione d’amore” – distribuito da Rinaldi 1957 che lo ha presentato in una cornice unica come quella del The Sanctuary Experience di Milano in una serata all’insegna del mistico, tra nuvole di fumo e cocktail innovativi curati da Walter Gosso, Advocacy Manager e Ambassador del Rum Filippino. 

Uno scorcio della serata di presentazione

Imbottigliato a 40% e ispirato da antiche tradizioni avvolte dal mistero, Don Papa Gayuma è distillato da melassa di canna da zucchero dell’Isola di Negros e maturato ai piedi del Monte Kanlaon, prima in botti ex-Bourbon di rovere americano per tre anni, quindi un doppio passaggio: sei mesi in botti ex-Rioja tostate e tre mesi in ricche, calde, affumicate botti di rovere, che in precedenza hanno contenuto Scotch Whisky torbato proveniente dalla leggendaria Isola di Islay.

Il risultato è un rum scuro e ambrato con un naso torbato e note di vaniglia delicate, sentori leggeri di scorza d’arancia, cacao profondo e spunti di chiodi di garofano e menta. Il suo tocco intensamente fumoso e il suo finale speziato danno vita a un liquido perfettamente bilanciato con un carattere delizioso e profondo.

L’Isola di Siquijor, come era noto durante l’epoca coloniale di dominazione spagnola nelle Filippine, è stata a lungo un luogo di intrighi oscuri, misticismo e magia, profondamente connessa per secoli con la tradizione sciamanica; un luogo visitato da chi soffriva per amore, nella speranza di poter bere Gayuma, una pozione calda e aromatica arricchita in modo profondo dalla magia locale che le forniva mitiche proprietà afrodisiache. Come dimostra il personaggio ritratto sulle bottiglie di Don Papa, Dionisio Magbuelas (“Papa Isio”) – caporeparto in una piantagione di zucchero di giorno – soprattutto di notte era guaritore, sciamano, veggente.

Non a caso, Don Papa Gayuma si presenta con un intricato design di ispirazione tropical gothic che riprende gli aspetti dei rituali mistici oscuri e le Tradizioni di Negros e Siquijor e raffigura il volto oscuro dei personaggi e delle creature che si trovano lì e l’irriverenza di Papa Isio, l’eroe rivoluzionario che ispira il nome di Don Papa.

Il nuovo Don Papa Gayuma porta in un’altra dimensione la drinking experience di Don Papa e amplia il suo portafoglio composto dall’originale Don Papa Baroko, 7 Anni, Don Papa 10 anni, Rare Cask, Sherry Cask, Rye Aged e Port Cask. Don Papa Rum è disponibile in oltre 30 Paesi, Don Papa Rum è il primo premium single island rum delle Filippine, oggi terzo mercato per il rum nel Mondo dopo India e USA.

Ancora un momento della serata di presentazione presso The Sanctuary Experience di Milano

In occasione dell’evento di presentazione, il food pairing è stato a base di Bun con pulled pork e maionese all’aglio nero, Cialda di riso venere con tartare di manzo e babaganoush, Spring rolls vegetariani al curry, Zucca al miso con semi di lino e sesamo nero tostati e Tempura di verdure di stagione con chips di cavolo nero.