Day, buoni pasto per salvare i bambini dalla malnutrizione

Day – Gruppo UP, azienda con sede a Bologna che opera nel mercato dei servizi alle imprese e alle persone come buoni pasto, programmi di incentive e piani welfare, ha proposto un’operazione di solidarietà a tutti i dipendenti e clienti lanciando il programma 1 buono 1 dono in collaborazione con Azione contro la Fame, organizzazione umanitaria internazionale con oltre 35 anni di esperienza nella lotta alla malnutrizione.

La campagna è stata lanciata attraverso una comunicazione diretta alle imprese clienti, alle quali è stato inviato un kit informativo con le istruzioni dettagliate per poter aderire con l’obiettivo di sostenere Azione contro la Fame attraverso la donazione di uno o più buoni pasto o regalo. Non c’è nessun costo per le aziende che, anzi, beneficiano di sgravi fiscali per l’equivalente della donazione effettuata in buoni pasto.

Il progetto – Day raccoglie tutti i buoni donati ed effettua la donazione in favore dei progetti contro la malnutrizione di ACF. Con un solo buono da 5 euro, infatti, ACF può fornire un giorno di cure a base di cibo terapeutico, medicine e vaccini necessari per fare tornare in salute un bambino malnutrito. L’Associazione realizza programmi salva-vita con interventi di nutrizione, acqua, igiene e sicurezza alimentare in 47 Paesi. Questi programmi coinvolgono circa 15 milioni di persone l’anno.

Una collaborazione vincente – Continua per il secondo anno consecutivo la collaborazione tra Day – Gruppo UP e Azione Contro la Fame, proseguendo nel dare un contributo contro la malnutrizione nel mondo. Inizia quindi una nuova fase della campagna di raccolta fondi, che coinvolgerà tutti i 500mila utilizzatori quotidiani di buoni pasto Day.

La lotta alla malnutrizione attraverso il sostegno dei progetti di Azione Contro la Fame ha radici lontane. In Francia, il gruppo UP ha lanciato un’iniziativa analoga nel 2009, raggiungendo decine di migliaia di persone e raccogliendo oltre 300mila buoni donati e devoluti in beneficenza, per un valore di oltre 2 milioni di euro. Anche in Italia molte aziende clienti di Day gruppo UP hanno risposto positivamente nel corso della prima fase di raccolta fondi nel 2015.

“La nostra iniziativa in collaborazione con ACF è un segno concreto di solidarietà, che in tempi di crisi economica assume ancora più valore e rappresenta una testimonianza da condividere. Per noi è importante far passare questo genere di messaggi e sensibilizzare, tramite iniziative di charity come questa, i nostri clienti e i dipendenti”, commenta Marc Buisson, presidente e amministratore delegato di Day – Gruppo Up.