Da New York al Bove Lover di Monza, arrivano i cocktail alla carne

Mai pensato a un cocktail alla carne? Eppure sarebbero l’ultima tendenza della mixology newyorkese. Stando a quanto riporta l’agenzia Ansa, il drink alla carne è realizzato con la tecnica del fat washing (lavaggio dei grassi), procedura che, grazie all’estro dei barman di Manhattan, unisce il carattere del liquore al sapore della carne.

Il cocktail prevede l’aggiunta alla base alcolica di grassi animali e vegetali fusi, mixati e successivamente separati tramite congelamento: una tecnica che permetterebbe di sentire nel cocktail il sapore del grasso animale, senza berlo davvero.

Tra i primi a importare in Italia la nuova tendenza, il bistrot Bove Lover a Monza, in occasione della riapertura al pubblico, il 18 maggio, dopo alcuni lavori di rinnovamento. Se il menu propone una vasta scelta di piatti a base di carne, protagonista della drink list è in particolare il Good Manners, un cocktail – spiegano dal locale brianzolo – dal gusto deciso che si sposa con ogni tipo di carne, realizzato con whisky Caol Ila 12 e bacon, miscelati e separati tramite fat washing, e guarnito con bacon croccante e scorza d’arancia.