Con Iron Brain il cervello si disseta

Dalla sapiente combinazione di scienza tecnologia e natura arriva il gusto del futuro: Iron Brain, la bevanda che aiuta il cervello, biologica al 90%, ipocalorica, senza zucchero né aspartame né conservanti.

Parliamo di un mix di estratti di piante amazzoniche (Ilex Paraguariensis, Paullinia Cupana e Coffea) al quale sono associate la Ginkgo Biloba, da millenni utilizzata nella medicina orientale, la L-Teanina, contenuta nelle foglie del té verde, vitamine e sostanza nootrope

Grazie ai suoi principi attivi, Iron Brain favorisce il mantenimento della concentrazione e può influire positivamente sulla sfera cognitiva e la memoria. Si tratta del primo brain drink al mondo, destinato a cambiare il modo di bere di tutti coloro che svolgono la propria attività basandosi principalmente sulle capacità mentali: ecco il perché del payoff “Switch on your mind”!

Per il suo lancio sul mercato (orchestrato da Pbcom), Iron Brain è official sponsor del campionato mondiale di Superbike per le gare di Imola, Istanbul e Jerez. La sponsorizzazione stessa si basa sullo spirito di sorpresa e innovazione proprio del prodotto: oltre alla classica dinamica di brandizzazione di aree e materiali di comunicazioni, Iron Brain invita i visitatori all’interno del village a “rottamare” il passato grazie a una vera e propria macchina ecologica, che interagisce con il pubblico, rottamando le “solite” lattine. L’alluminio così rottamato è perfettamente riciclabile, in un trend generale di diminuzione dello sfruttamento delle risorse naturali: tutti coloro che diranno “addio” al passato, riceveranno in omaggio una lattina Iron Brain. La macchina è Ecobingo, fornita da Bimora s.r.l., si trova vicino allo stand, all’interno di una lattina gonfiabile alta 7 metri.