Come e quanto mangiano gli italiani fuori casa? Lo racconta Fipe

    Quanti sono gli italiani che mangiano fuoricasa? Ogni quanto vanno al bar e al ristorante? Cosa mangiano e quanto spendono? Lo racconta Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi con un’infografica sull’“Italia da bere e da mangiare, che ripercorre le abitudini fuori casa dei consumatori lungo lo Stivale.

    Cattura di schermata (296)Fipe suddivide quindi i consumatori in tre categorie. La prima è rappresentata dagli heavy consumer, costituita da 13 milioni di persone (25,5% del totale) che consumano almeno 4-5 pasti fuori casa in una settimana. La seconda corrisponde agli average consumer, dei quali fanno parte 9 milioni di persone (18,3%) che consumano almeno 2-3 pasti fuori casa in una settimana. Infine, la terza rimanda ai low consumer, ovvero ai 17 milioni di persone (33,2%) che consumano 2-3 pasti fuori casa in un mese. Il quadro si completa poi con un non trascurabile 23% di italiani che dichiarano di non mangiare mai fuori casa.

    Lungo la giornata, la colazione attrae quotidianamente ben il 61,5% degli italiani a un prezzo medio di 2,50 euro. Più composita la questione relativa al pranzo: il 66% dei nostri connazionali mangia fuori casa 3 o 4 volte alla settimana a un costo di 11 euro, mentre il 63,6% dice di concedersi il ristorante 3 volte al mese per un prezzo medio di 18,60 euro. E la fotografia non varia di molto se si analizza la cena: in questo caso il 59,4% afferma di mangiare fuori casa 3 volte al mese al costo di 22,40 euro, mentre il 66,8% non supera le 3 volte al mese spendendo mediamente 19,10 euro. Infine, non irrilevante è il segmento degli spuntini, praticato dal 47,7% degli italiani almeno 3 o 4 volte alla settimana a un prezzo medio di 3,20 euro.