Cockt-AIL, la mixology italiana contro le leucemie

Il 21 settembre il meglio della mixology italiana sarà riunito a Rimini nella lotta contro le leucemie: alle 18:00, presso l’Embassy Club di Viale Vespucci, si terrà l’ultima tappa di Cockt-AIL, la competition che invita barman e barlady a cimentarsi nella realizzazione di cocktail per raccogliere fondi a sostegno di AIL, l’associazione che si occupa da oltre 45 anni di assistere i colpiti da questa malattia e le loro famiglie. Obiettivo: consentire ad AIL di acquistare un’automobile dedicata al Progetto di Assistenza Domiciliare nella Provincia di Rimini.

Patrocinata dal Comune di Rimini, l’iniziativa ha le sue radici nel grande cuore emiliano-romagnolo: è stata infatti fortemente voluta da Nicola Fabbri, Amministratore dell’azienda Fabbri 1905 – bolognese, ma la cui prima sede è stata Portomaggiore – e ha trovato subito il completo appoggio di AIBES, l’Associazione Barmen e Sostenitori, che l’ha già portata in circa 10 tappe in tutta Italia.

_cocktail_2016Questa grande iniziativa benefica si chiuderà proprio in una delle capitali italiane dei cocktail e del bere miscelato. Il tema sarà infatti “L’Aperitivo italiano” e, come a ogni tappa regionale di Cockt-AIL, raccoglierà fondi attraverso le degustazioni dei cocktail preparati per l’occasione. Per l’iniziativa si sono mobilitati a titolo completamente gratuito molti big della mixability, come i bartender Enzo Tana (Napoli), Enrico Scarzella (Bologna), Max La Rosa (L’Aquila), Mario Carli (Formentera), Ambrogio Fazio (Genova) e le barlady Cinzia Ferro, Lady Amarena 2015, e Barbara Simmi.

Si cimenteranno nella creazione di nuovi drink di 21 gradi massimo: fra questi sarà scelto l’aperitivo italiano AIL dell’anno. “Padrini” d’eccezione della giornata saranno Fede&Tinto, conduttori radiofonici della trasmissione enogastronomica Decanter, in onda su Radio 2, veri beniamini sia di addetti ai lavori che di semplici appassionati.

“Ci aspettiamo che il grande cuore dei riminesi risponda con entusiasmo, approfittando di una rara occasione di fare del bene alla propria città semplicemente trascorrendo una serata piacevole e gustando in anteprima uno dei cocktail preparati da maestri del bartending eccezionalmente riuniti a Rimini” ha commentato Eduardo Pinto, Presidente AIL Rimini.

“Nella missione della nostra azienda, da 111 anni, c’è l’impegno per promuovere il buon bere, italiano e responsabile” afferma Nicola Fabbri, Amministratore Fabbri 1905. “Ci è sembrata una bellissima occasione per sensibilizzare soprattutto il pubblico giovane su un tema sociale delicato e importante sotto l’egida di un nome, Cockt-AIL, che rimanda a momenti di allegria e condivisione”.

L’AIL, riconosciuta con DPR n. 481 del 19/09/1975, è impegnata da oltre 45 anni nel promuovere e sostenere la ricerca scientifica nel campo delle leucemie, mettere in atto l’assistenza sanitaria necessaria a migliorare la qualità della vita dei malati e dei loro familiari e nel sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie ematologiche. Attualmente l’Associazione si articola in 81 sezioni provinciali distribuite su tutto il territorio nazionale.

www.ail.it