Cioccolatitaliani premiata tra le Best Managed Companies

Si è conclusa a Palazzo Mezzanotte, con la cerimonia di premiazione ufficiale, la prima edizione italiana del premio “Best Managed Companies”. Un format finalmente giunto anche nel nostro paese, con cui Deloitte individua e supporta le eccellenze imprenditoriali nazionali, e ne premia capacità e valore attraverso l’analisi di alcuni fattori critici per il successo, come: strategia aziendale, competenze distintive, impegno verso le persone, controllo direzionale e misurazione delle performance, corporate social responsability e innovazione.

Tra i gruppi premiati insieme a Cioccolatitaliani troviamo: Kartell, San Lorenzo, Carli, Ferrari, Gessi, Iguzzini, Sabelli. Un nuovo traguardo per Cioccolatitaliani, a confermare il successo di un business model all’avanguardia e flessibile, che ha portato l’azienda italiana di proprietà della famiglia Ferrieri a una crescita sorprendente dalla sua nascita nel 2009.

“Abbiamo sempre pensato in grande”, afferma Vincenzo Ferrieri, Ceo di Cioccolatitaliani, “sin dai primi passi, managerializzando l’azienda e implementando la tecnologia. E abbiamo sempre creduto che la qualità di un imprenditore si riconosca dal talento dei suoi collaboratori, dalla capacità di questi ultimi di incanalare la visione imprenditoriale in una metodologia di lavoro e di creare processi che diano struttura e sostanza a una buona idea, riuscendo così a crescere e internazionalizzare il progetto con successo.”

Il format Best Managed Companies è nato nel 1993 in Canada. Da allora sono state premiate più di 1200 Best Managed Companies nel mondo, e l’iniziativa è cresciuta diventando un marchio garanzia di qualità. L’edizione italiana è sostenuta da ALTIS Università Cattolica, da ELITE, l’iniziativa del London Stock Exchange Group che supporta lo sviluppo e la crescita delle imprese ad alto potenziale, e da Confindustria.