Cashless, mon amour: nell’estate 2021 è boom nella ristorazione

Trionfo del cashless nell’estate 2021, con un transato medio in crescita del 46%. I dati dell’Osservatorio Turismo Cashless di SumUp.

 

Il cashless trionfa, specialmente nell’ambito del turismo e della ristorazione. Come emerge infatti dall’Osservatorio Turismo Cashless di SumUp, nel corso dell’estate 2021 il valore medio del transato non solo è salito del 46% rispetto al 2020, ma è aumentato del 32% anche rispetto al 2019.

E il trend positivo rispetto all’anno scorso riguarda anche il numero (e non solo il valore) delle transazioni: parliamo infatti di circa il +71% per esercente.

Altro dato interessante è poi quello dell’abbassamento dello scontrino medio: ciò vuol dire che i pagamenti cashless sono entrati nell’uso quotidiano. Anche bar, dunque o per affittare il pedalò.

Quanto alla distribuzione geografica del trend, infine, l’Osservatorio evidenzia come  -sebbene l’aumento delle transazioni digitali si sia manifestato da Nord a Sud- esiste un podio delle città più cashless: al primo posto compare Trieste (lo scorso anno era in venticinquesima posizione), seguita da Livorno (era quarantaseiesima lo scorso anno) e Vibo Valentia, che scala di tre posizioni la classifica.