Casa Noble, la tequila di Pepe Hermosillo distribuita da Ruffino

Più di due secoli. E’ il tempo passato da quando la famiglia di Pepe Hermosillo ha incominciato a produrre tequila prima che il business di famiglia diventasse una distilleria ‘premium’ come Casa Noble. 

“I miei antenati mi hanno insegnato che, oltre alle materie prime, ciò che conta è la filosofia del dettaglio. La cura e la pazienza sono le chiavi del successo in ciò che si fa, nella vita come nel lavoro”, racconta Hermosillo, maestro distillatore e proprietario di un’azienda giunta ormai alla settima generazione.

In attesa di lanciare nel 2023 Marqués – “una tequila Extra Añejo di 9 e 14 anni” – Casa Noble si è affidata per la commercializzazione in Italia a Ruffino, che da pochi mesi ne ha iniziato la distribuzione all’interno di una strategia che vede l’Azienda toscana muoversi anche nel mondo degli spirits. Sia con etichette di altissima qualità e valore della casa madre Constellation Brands, sia con prodotti propri come la linea Antica Ricetta, costruita sul patrimonio di know-how e tradizione di Ruffino e su un’attenta scelta delle materie prime.

Proprio dall’accurata scelta delle erbe officinali e di spezie sapientemente lavorate, all’interno della linea Antica Ricetta hanno preso vita Vermouth e Amaro, a cui ora si uniscono anche Bitter e Gin. 

“Dopo la pandemia, il consumo di spirits, soprattutto di tequila e whisky, è aumentato in tutto il mondo. In particolare, è cresciuta la domanda di prodotti premium, proprio come il nostro, da parte di Gen Z e Millennials”, prosegue Hermosillo.

D’altronde, fin dalla sua nascita Casa Noble ha voluto distinguersi con il suo approccio “green”, molto prima che la sostenibilità diventasse una parola d’ordine per avere successo. “In quasi 30 anni di vita, abbiamo fatto di tutto per arrivare ad una produzione sostenibile, ottenuta con una fabbrica e delle piantagioni all’insegna di questo principio. E’ un grande cerchio che si chiude, dall’inizio della coltivazione fino all’ottenimento del prodotto finale”.

Un approccio che ormai si è diffuso da un capo all’altro dell’oceano. “Vedo sempre più persone che fanno attenzione a ciò che consumano, e a come lo consumano. Dal vetro alla carta, passando per il packaging, facciamo attenzione ad essere sempre il più ‘verde’ possibile”, conclude il fondatore di Casa Noble.

Che non a caso racconta come i prodotti del brand possano vantare alcuni ‘plus’ non facili da trovare. “Persino i nostri camion sono costruiti per il trasporto di prodotti specificatamente organici. Inoltre, utilizziamo trattamenti per le piante e i terreni pienamente compatibili, con il risultato che nella nostra tequila non si trova altro che agave di alta qualità e acqua, senza ulteriori zuccheri aggiunti”.