Carne rossa, in Italia se ne consuma la metà rispetto agli Usa

Il consumo di carne in Italia è equilibrato e sostenibile a differenza di quello di altri Paesi come gli Stati Uniti. E’ quanto emerge da ricerche effettuate a seguito di campagne Usa per la riduzione del consumo, che arrivano fino a noi – spiegano i responsabili dell’Associazione Carni Sostenibili – senza essere contestualizzate. Dai dati si evince in particolare che “oggi in Italia abbiamo un consumo di carne di circa 77 kg pro capite all’anno, in America invece si arriva a 114 kg a testa”, precisa il presidente di Carni Sostenibili Giuseppe Pulina.

Andando a vedere il dettaglio del consumo si scopre che “in America si consumano 36 kg di carne bovina contro i 19 Kg circa italiani. Il consumo Usa di carne di pollo è di 50 Kg, tre volte quella che si mangia in Italia, cioè 19 Kg. Solo sulla carne suina gli Usa arrivano dopo l’Italia, 28 kg contro i nostri 40 kg, “ma va considerato – spiegano gli esperti – che quel quantitativo è costituito quasi totalmente da bacon, würstel e poco altro”.

“Gli italiani mangiano la metà del quantitativo di carne bovina consumata dagli americani – afferma Giuseppe Pulina – e se consideriamo bovino, pollo e maiale si arriva a quasi 40 Kg pro capite in meno in un anno. Insomma – prosegue Pulina – in America serve davvero una campagna di sensibilizzazione verso una corretta alimentazione, in Italia la situazione è molto diversa”.

“Fortunatamente – conclude – il nostro stile alimentare è parte della nostra cultura e oggi possiamo vantare un consumo sostenibile e l’adozione di un regime dietetico corretto, nell’ambito del quale una quantità equilibrata di carne apporta solo benefici”.