Carlsberg Italia, bilancio in verde per la sostenibilità

A bordo di un treno storico, sono stati presentati ieri i dati del Bilancio di Sostenibilità 2018 del noto brand di Induno Olona. Sono la mobilità alternativa, il risparmio idrico ed energetico, l’adattamento ai cambiamenti climatici e la sicurezza sul lavoro i punti chiave che fanno la differenza sul risultato.

Carlsberg Italia ha presentato il proprio Bilancio di Sostenibilità 2018 nel suo rapporto annuale di rendicontazione delle performance sostenibili. A bordo di un treno storico, dalla stazione Centrale di Milano arrivato fino a Varese, l’azienda di Induno Olona ha presentato quella che è la ottava edizione che ripercorre e sintetizza un bilancio relativo ai traguardi conquistati in questi ultimi otto anni.

Dal 2011 a oggi, l’azienda punta su unico driver: l’innovazione, ha spiegato Antonella Reggiori, DraughtMaster™ Business Unit & Italy Operations Director. “È importante tenere sempre in mente che la sostenibilità non è un traguardo, ma solo una tappa verso un obiettivo più grande che evolve con noi e con le esigenze del Pianeta. È per questo che vi diamo appuntamento all’anno prossimo, con un nuovo aggiornamento sulla strada che avremo percorso assieme”.

Davide Pizzagalli, CSR Manager di Carlsberg Italia ha poi aggiunto: “La scelta del treno testimonia la volontà di Carlsberg di continuare ad essere una forza trascinante ed elemento ispiratore per i nostri stakeholder. Se storicamente questo mezzo ha permesso all’umanità di raggiungere importanti traguardi di sviluppo socio economico, oggi il treno rappresenta anche un esempio di innovazione, velocità, e sostenibilità: esattamente i valori che ci rispecchiano e che vogliamo continuare a rappresentare per i prossimi anni”.

Un 2018 ricco di soddisfazioni. Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU, come il risparmio idrico ed energetico, le emissioni di CO2, il consumo responsabile di bevande alcoliche e la sicurezza sul lavoro, sono stati rispettati dal gruppo, che dal 2017 punta su Together Towards ZERO, programma che fissa nuovi standard di sostenibilità internazionali. E quando si parla di zero significa davvero zero emissioni di CO2, sprechi d’acqua, consumi irresponsabili e incidenti.

L’obiettivo d Carlsber fissato dal programma di sostenibilità è ambizioso e prevede di raggiungere, entro il 2030, zero emissioni di CO2 nei birrifici. Sono state inoltre introdotte da uno specifico programma le Regole Salvavita, condivise tramite un programma di formazione aziendale, indirizzandosi su aree specifiche nelle quali, se le regole non vengono rigidamente rispettante, la vita umana può essere messa in serio pericolo, questo per portare, come si diceva, a zero il numero degli incidenti.

Senza contare che DraugthMaster™, il sistema che dal 2011 ha rivoluzionato la birra alla spina, sta facendo la differenza: totalmente in PET riciclabile, ha ormai sostituito i tradizionali fusti in acciaio garantendo una sensibile riduzione delle emissioni di CO2. In accordo con Toyota, sono state inserite poi 34 vetture Auris Touring Sports Hybrid nella flotta aziendale, a cui si aggiunge la collaborazione con E-vai, car sharing ecologico lombardo che ha assicurato l’integrazione di tre Renault Zoe elettriche per il carpooling aziendale.

 

 

I numeri

  • 96% dei fusti distribuiti in Italia sono in PET; risparmiati oltre 60 mil. di Kg di C02 grazie a DraughtMasterTM
  • 10% di risparmio idrico grazie alla pastorizzazione flash
  • 28% di acqua risparmiata dal 2011
  • 30% di parco macchine ibrido
  • 100% di carrelli elevatori elettrici
  • 9% emissioni C02 dal 2015
  • 100% di energia rinnovabile già dallo scorso anno