Carcare (SV), il sindaco paga 250 caffè “sospesi” per sostenere i bar

Christian De Vecchi

Duecentocinquanta caffè “sospesi”, pagati dal sindaco di tasca propria, per aiutare i bar del paese e incoraggiare i clienti a frequentare nuovamente gli esercizi commerciali. E’ accaduto a Carcare, nel Savonese, dove il primo cittadino Christian De Vecchi, dopo avere consumato un caffè per sè, ha pagato altri 50 espressi in cinque diversi locali del paese, per un totale appunto di 250 tazzine.

Un modo per incentivare i concittadini a tornare nei bar, sostenendo l’economica locale. “I bar sono in difficoltà, dobbiamo aiutarli e anche questo è un modo per farlo”, ha spiegato De Vecchi.