Caffè: Usa, Canada e Medio Oriente, tre mercati da tener d’occhio

L’Osservatorio Host Fiera Milano, nel monitoraggio continuo dei mercati esteri del food service e dell’Horeca, ha individuato quelli che, nei prossimi anni, sembrano destinati ad esprimere la maggior crescita. Nell’ottica di facilitare relazioni e business tra espositori e buyer, dunque, Fiera Milano ha deciso di investire per l’edizione 2017 di Host su Stati Uniti, Canada e Medio Oriente. Su queste aree sono previste azioni mirate volte a facilitare gli scambi e a portare un numero ancora maggiore di img2016visitatori e aziende in fiera. Investimenti e partnership mirate sono previste sugli USA, che vedono per il 2017 rinnovarsi la certificazione del Commercial Service dello US Department of Commerce che autorizza la presenza ufficiale del Paese. Un riconoscimento concesso a un numero ristretto di manifestazioni internazionali. Sul fronte canadese l’accordo con Restaurants Canada, la più importante associazione canadese del fuoricasa con oltre 30 mila membri fra ristoranti, bar, aziende di catering, istituzioni e industrie di forniture assicurerà nuove opportunità di business con espositori e buyer. Quanto al Medio Oriente, Host ha attivato una serie di azioni mirate sui buyer e gli interlocutori provenienti dall’area.

Espresso o americano? Purché sia caffè…

Caffè: arabica, questa sconosciuta

Caffè, crescono vending e office service

Come personalizzi il tuo caffè? Al via un concorso di Fipe