Cafè de Las Horas: a Valencia un bar pieno di idee 

“Negli anni ‘90 a Valencia era tutto divertimento notturno estremo e droghe, io ho voluto fare un locale del tutto diverso: serate di musica classica,  con un soprano ma anche serate kitsch, party in costume da bagno ma anche fetish. Volevo creare un ambiente dove ci si potesse rilassare, conversare, divertirsi senza preconcetti”. È un fiume in piena Marc Insanally, inglese delle Indie Occidentali anima del Café de Las Horas, uno dei locali cult di Valencia. Idee e creatività, presentazione di libri e artisti, eventi di tutti i tipi ma anche apertura e inclusione verso tutti che hanno permesso a questo posto dall’arredo barocco “l’abbiamo realizzato dal nulla con gli amici” di restare sulla cresta dell’onda da oltre vent’anni. L’ultima trovata? “C’è chi trova partnership con aziende di gioielli o stilisti, io ho ideato un Coffin Party, con una bara, un po’ dark, in partnership con una mia amica che ha un’azienda di onoranze funebri”.

Valencia: le novità gastronomiche di una città in evoluzione