Brasile, campagna choc contro il cibo fast-food: fa male ai neonati

Una tenera mamma che allatta, ma il bebè non si alimenta al seno materno: si nutre invece di un enorme hamburger imbottito di formaggio a più strati o altri “cibi fast food”. E’ questo il manifesto choc che fa parte di una campagna brasiliana che punta a mettere in guarda le mamme sui pericoli per i propri figli rappresentati da una dieta non salutare. E se lo slogan è chiaro – ‘Tuo figlio mangia ciò che mangi tu” – le immagini sono forti. E rimbalzano sulla stampa britannica.

La campagna, riferisce il Daily Mail, è stata studiata per la Pediatric Society of Rio Grande brasiliana, e realizzata dalla agenzia Paim, proprio per ricordare alle neomamme che possono danneggiare la salute del proprio bambino scegliendo una dieta povera di nutrienti o ricca di sostanze nocive. “Le tue abitudini nei primi mille giorni” di vita del bambino “possono prevenire lo sviluppo di serie malattie”, spiegano gli esperti che hanno promosso la campagna. Fra le immagini, anche una in cui dal seno materno esce un bicchiere di soda con ghiaccio o una ciambella gigante.

Fonte: secoloditalia.it

«Le tue abitudini nei primi mille giorni di vita del bambino possono prevenire lo sviluppo di serie malattie», spiegano gli esperti che hanno promosso la campagna. I rischi per il feto. «Se la madre si nutre male e aumenta anche di peso – spiega Claudio Giorlandino, ginecologo, segretario generale Sidip, Italian College of Fetal Maternal Medicine – il suo comportamento alimentare può predisporre il feto a un dismetabolismo, ossia all’alterazione del metabolismo. E una tipica malattia del dismetabolismo è il diabete. C’è da dire che da noi le donne in gravidanza sono più attente alla dieta. Tra l’altro si tratta di una dieta mediterranea». Ma la gravidanza, evidenzia, «non è una malattia e deve essere vissuta con estrema serenità. Se stravolgere le proprie abitudini in vista di una possibile gravidanza è controindicato, perché può provocare eccessivo stress, adottare alcuni comportamenti può essere di grande aiuto. Non solo per il concepimento, ma anche per migliorare il proprio stato di salute. L’alimentazione è importantissima. Un regime corretto riduce il rischio di malattie croniche, anche gravi, a carico del nascituro, quali diabete, obesità, patologie cardiovascolari, tumori e malattie mentali».