I borghi più belli d’Italia in Veneto: dieci gioielli da scoprire

Asolo, Cison di Valmarino, Portobuffolè, Follina, Arquà Petrarca, Montagnana, Sottoguda, Mel, Borghetto di Valeggio sul Mincio e San Giorgio di Valpolicella. Dieci mete fascinose, autentici concentrati di bellezza artistica, storia e tradizioni, che fanno parte del Club dei Borghi più belli d’Italia.

L’autunno regala atmosfere magiche e la natura si colora delle mille sfumature del giallo, rosso, arancione ed è la stagione ideale per immergersi nei paesaggi veneti, andar per borghi e degustare prodotti tipici e genuini.

Asolo

Quattro le mete in provincia di Treviso. Ad Asolo, definita da Giosuè Carducci la “città dai cento orizzonti”, dimorò la regina Caterina Cornaro, ma anche Eleonora Duse e Freya Stark e fu amata da poeti e scrittori da tutto il mondo. Un borgo che saprà conquistarvi per i suoi tesori artistici, per i vini e i sapori del territorio. Follina lega invece la sua storia all’antica Abbazia cistercense di Santa Maria, ancora oggi oasi di pace e spiritualità. A Cison di Valmarino storia, arte e tradizioni vanno a braccetto ma non mancano le passeggiate nella natura, come la “Via dei mulini” e il sentiero che conduce al “Bosco delle Penne Mozze”. Infine Portobuffolè, gioiellino dai bei palazzi d’impronta veneziana.

Due i borghi In provincia di Padova. La vista di Montagnana è un colpo d’occhio straordinario con la sua grandiosa cinta muraria lunga quasi due chilometri. Da assaggiare assolutamente il suo famoso prosciutto crudo. Il piccolo borgo medievale di Arquà Petrarca mantiene intatto il fascino che catturò il celebre poeta, di cui si può tuttora visitare la casa.

Due le località anche per la provincia di Verona. Borghetto di Valeggio sul Mincio è un luogo dal fascino senza tempo, a due passi dal Lago di Garda, una meta imperdibile per chi ama la buona tavola. Immerso nei vigneti e negli ulivi, San Giorgio di Valpolicella è invece un piccolo borgo arroccato sui colli da cui si gode di panorami impareggiabili.

Infine la provincia di Belluno con Sottoguda e Mel, mete lontane dalle solite rotte turistiche. A regnare in questi luoghi delle montagne bellunesi sono il silenzio e la tranquillità. Sottoguda è un piccolo villaggio ai piedi della Marmolada; questo antico paesino di montagna è caratterizzato dai tabièi, fienili in legno usati dai contadini per il deposito del fieno e degli attrezzi agricoli. Mel, borgo dalle origini antichissime, ha un pittoresco centro storico caratterizzato da un insieme armonioso di edifici di diverse epoche. E non dimenticatevi di visitare il vicino Castello di Zumelle.