Boom per gli integratori alimentari, nuova opportunità per horeca?

Con la riaperture delle palestre si riattiva in modo sensibile un segmento di mercato messo in stand-by dalle restrizioni pandemiche, quello degli integratori alimentari. Seppur rimasto in vita grazie a chi ha continuato ad allenarsi tra le mura domestiche, il comparto è tra quelli ad aver subito i contraccolpi economici maggiori. I recenti dati raccolti da Iqvia per Federsalus rivelano però che il settore dell’integrazione alimentare si sia già riattivato, facendo segnare un +11,8% rispetto all’anno passato.

A suffragare la positività dei dati è anche Enervit, tra i leader nell’ambito dell’alimentazione sportiva, che nei primi sei mesi del 2021 ha toccato i 2,6 milioni contro i 2,1 del primo semestre 2020. «Avvertiamo una sempre maggiore consapevolezza nei confronti dell’alimentazione e dell’integrazione oltre che verso un corretto esercizio dell’attività sportiva, per il ruolo funzionale che rivestono nel mantenimento della salute e del benessere e nel ridurre i fattori di rischio della malattia» afferma Alberto Sorbini, presidente di Enervit, aggiungendo anche che le barrette proteiche «non sono più prodotti destinati esclusivamente ad obiettivi sportivi, perché si adattano bene anche ai nuovi stili di vita».

Il coronavirus sta forse creando i presupposti di una nuova opportunità per il settore horeca?

Fonte: Il Sole 24 Ore