Birrificio della Granda vince a Cibus con la sua Barley Wine

Alla fiera dell’agroalimentare che si è aperta ieri a Parma sono stati assegnati i premi di Unionbirrai per il miglior birrificio dell’anno e per le migliori birre di 45 categorie diverse, a testimonianza del fermento che circonda il mondo della birra artigianale italiana.

Il Birrificio della Granda è stato premiato nella categoria “Birre ad alta fermentazione, ad alto grado alcolico di ispirazione angloamericana”, aggiudicandosi il terzo posto con la sua Barley Wine. Una birra complessa e audace, che fa parte della linea Limited Edition, birre prodotte in una sola cotta in edizione limitata di sole 8000 lattine. La birra vincitrice è stata brassata seguendo la tradizione del vino d’orzo ed è stata impreziosita con un affinamento di un anno in botti di rovere che avevano precedentemente ospitato rum.

“Abbiamo voluto omaggiare la tradizione e sperimentare un nuovo stile. I profumi di vaniglia e zucchero di canna si aggiungono alle note vinose rilasciate dalla lenta ossidazione dovuta alla maturazione in legno. In bocca il corpo è morbido e rotondo, con una nota di dolcezza. L’elevato grado alcolico aggiunge un carattere liquoroso che rende giustizia al termine storico di Barley Wine.” Così Ivano Astesana, descrive la birra che gli ha permesso di vincere un altro prestigioso premio dopo quelli guadagnati a Bruxelles e Barcellona.