Birra, in Gran Bretagna è boom di consumi: scorte a rischio

birra

Consumi ancora solo all’aperto, ma gli inglesi non si scoraggiano e danno fondo alle scorte di birra.

Gli inglesi festeggiano la ritrovata libertà, brindando con boccali di birra.

Risultato? Come ci racconta il corriere, le scorte stanno finendo. E questo nonostante le consumazioni siano ancora permesse solo all’aperto

Il primo sabato del mese di maggio, ad esempio, pare che i consumi di birra abbiano sfiorato i 6 milioni di pinte. Ma il sentore che i consumi sarebbero stati pantagruelici, si era avuto già nella prima metà di aprile (in coincidenza con la riapertura dei locali). In quel periodo, infatti, le consumazioni erano state il 12% in più rispetto al medesimo periodo del 2019.

Un eccesso di domanda che non poteva non avere conseguenze sui birrifici. Heineken, per esempio , ha dovuto fissare un tetto alle consumazioni.

E i clienti come hanno reagito a questa imprevista rottura di stock?

Non pare si siano registrate lamentele, forse perché, come ha detto Phil Urban, amministratore delegato del Pub Mitchells and Butlers, al Financial Times: “I clienti sono molto elastici, e felici di bere qualsiasi cosa”.