Birra a 50 centesimi per i vaccinandi over 16. L’iniziativa di Messina

birra

Debutta l’iniziativa promozionale di Messina: birra Feluca a 50 centesimi per promuovere i vaccini e il made in Sicily. Immancabili le polemiche.

Coinvolgere massivamente i giovani nella campagna vaccinale: è questo l’obiettivo dell’amministrazione messinese che ha deciso di attivare un evento promozionale dedicato alle giovani generazioni. Da giovedì 3 fino a domenica 6, in concomitanza con l’apertura delle prenotazioni dai 16 anni in su, all’interno dell’hub vaccinale della Fiera di Messina, verrà infatti dedicato uno spazio alla Birra Feluca, prodotto artigianale locale.

Ultima nata in casa Sikania, la nuova birra vuole infatti richiamare la tradizione messinese della Feluca (imbarcazione tipica per la pesca del pesce spada).

Prezzi popolari e promozionali, ovviamente: Feluca, spillata al momento, verrà venduta a 50 centesimi.

“ Vogliamo – spiega Alberto Firenze commissario per l’Emergenza covid di Messina – da un lato, avvicinarci al mondo giovanile e creare un motivo in più per ricevere la somministrazione, tutelare la propria salute e quella degli altri, dall’altro il nostro obiettivo è quello di valorizzare i prodotti artigianali made in Sicily e aiutare le realtà imprenditoriali che hanno sofferto la crisi. Alla luce della riapertura in sicurezza delle attività commerciali del settore della ristorazione crediamo che i ragazzi possano vedere i centri vaccinali anche come un’opportunità di ritrovarsi insieme, nel rigoroso rispetto delle regole, legati da un interesse comune: il pieno ritorno alla normalità che solo i vaccini di massa e quindi l’immunità di gregge possono consentire. Nelle prossime settimane gli hub vaccinali accoglieranno anche altri generi di iniziative, eventi, momenti culturali e d’intrattenimento”.

Naturalmente l’iniziativa messinese, non l’ha passata del tutto liscia. Nonostante nel mondo non sia la prima attività promozionale di questo tipo (se ne sono viste a iosa negli States , ma anche in altre parti del mondo) le critiche sono arrivate. Persino dall’Assemblea della Ragione Sicilia.

Secca, per esempio, la bocciatura da parte della presidente della commissione Salute dell’Ars Margherita La Rocca Ruvolo: “Quella della birra a 50 centesimi nell’hub vaccinale per convincere i giovani a vaccinarsi mi sembra un’iniziativa fuori luogo e diseducativa, da un lato perché non credo siano questi i messaggi da far passare per motivare i giovani a compiere un gesto a tutela della propria salute e di quella della collettività e dall’altro perché in qualche modo così si rischia di legittimare e valorizzare l’uso dell’alcol, una delle piaghe che colpisce drammaticamente il mondo giovanile”. La Rocca Ruvolo annuncia l’audizione in commissione Salute del commissario per l’emergenza Covid di Messina.