Bioarabica Bazzara ottiene la certificazione Fairtrade

Perù, Sumatra e Mexico: sono queste le tre origini della linea Bioarabica di Bazzara che hanno ricevuto la rinomata certificazione festeggiata con leggero anticipo di un giorno anche a sostegno della Giornata internazionale del commercio equo. L’iniziativa si colloca, insieme alle altre, all’interno della visione aziendale della storica impresa caffeicola che vede nella sostenibilità – intesa sia come obiettivo in sé che come modus operandi – il pilastro portante di un nuovo paradigma di business.

Sempre molto attenta all’ambiente e a proporre ai consumatori prodotti bio e di alta qualità, sono tanti i progetti Bazzara attenti alla natura e al sociale: adesso è il turno delle certificazioni e dell’adozione del Marchio Fairtrade, organizzazione internazionale che lavora ogni giorno per migliorare le condizioni dei produttori agricoli dei Paesi in via di sviluppo, un lavoro portato avanti attraverso precisi standard che permettono agli agricoltori e ai lavoratori di poter contare su un reddito più stabile e di guardare con fiducia al loro futuro. Un marchio di certificazione del commercio equo e solidale – basta fare attenzione all’etichetta per accorgersene – che certifica le materie prime di numerosi prodotti realizzati senza sfruttamento dei lavoratori e dell’ambiente, aiutando il consumatore a fare la scelta giusta in modo semplice e veloce ma soprattutto consapevole.

Acquistando i nuovi prodotti è possibile sostenere gli agricoltori e i lavoratori migliorando la loro vita e quella della loro comunità. L’etichetta certifica infatti il rispetto degli standard sociali, ambientali ed economici di Fairtrade concordati a livello internazionale, obiettivi e missioni che la Bazzara condivide a pieno. Tutti i bollini sono marchi di certificazione e marchi commerciali registrati.

“Fra le finalità di beneficio comune inserite nello statuto della Bazzara troviamo naturalmente l’impegno per l’ambiente, lo sviluppo di pratiche e processi di innovazione sostenibile, l’attenzione a produrre un impatto positivo sulle persone e ad incentivare collaborazioni e sinergie con gli stakeholder” afferma Mauro Bazzara, CEO della torrefazione triestina.

La linea Biorabica della Bazzara è composta da otto monorigini certificate biologiche al 100%. L’azienda ha selezionato alcune fra le migliori qualità di arabica al mondo coltivate senza uso di fertilizzanti, pesticidi sintetici, erbicidi né organismi geneticamente modificati.

Quello delle certificazioni bio non è che uno dei numerosi passi intrapresi dalla Bazzara che si è recentemente guadagnata una menzione speciale per l’Ambiente come realtà regionale virtuosa nel 2021 ed è diventata anche Società Benefit, ovvero un’azienda che nel proprio statuto integra agli obiettivi di profitto quelli a impatto sociale e ambientale.

“La nostra azienda crede e investe molto nella comunicazione, soprattutto per quanto riguarda la promozione di un nuovo modello valoriale e sostenibile di business – afferma Mauro Bazzara. Le nostre azioni informative e di sensibilizzazione a riguardo sono costanti, attraverso tutti i nostri canali e a più livelli: il packaging riciclabile; la linea certificata biologica dall’Istituto per la certificazione etica ed ambientale Icea e garantiti anche per Agriculture Biologique e Bio Siegel; il coinvolgimento del cliente finale nell’adozione degli alberi di caffè piantati con Treedom; l’adesione a tutta una serie di certificazioni internazionali sostenibili e a progetti che interessano l’intera filiera”.