“Bevi Responsabilmente”, da Milano il progetto per il consumo responsabile

Parte da Milano “Bevi Responsabilmente”, il progetto pensato per promuovere il consumo responsabile che vede uno a fianco all’altro Federvini, Fipe Federazione Italiana Pubblici Esercizi, Anm Associazione Italiana Magistrati e Epam Associazione Provinciale Milanese Pubblici Esercizi.  

Punto di partenza dell’iniziativa è l’alleanza tra associazioni, istituzioni ed imprese per promuovere consapevolezza e buone pratiche sul territorio, rivolgendosi ai clienti (in particolare ai più giovani), ai gestori dei locali e ai futuri dipendenti delle attività di somministrazione attraverso attività di formazione e informazione. Secondo l’ultimo rapporto condotto dall’Osservatorio su Giovani e Alcol a Milano, i ragazzi tra i 20 e i 29 anni sono la fascia principale degli avventori nei locali notturni, con una capacità di spesa media tra i 10 e 20 euro a serata per l’acquisto di cocktail o super alcolici. Le regole però, non bastano per ottenere i comportamenti corretti: il 30% di questo campione ritiene inutili e aggirabili le ordinanze proibizioniste, solo il 30% le ritiene giuste ed efficaci.

“Formazione e informazione – ha sottolineato in una nota il presidente di Fipe Confcommercio Lino Stoppani – sono i binari su cui si deve muovere una cultura del divertimento sano che fa bene a tutti: bere responsabilmente non è semplicemente uno slogan o una trita raccomandazione, è invece un messaggio di senso per i giovani consumatori, un tema di valore aggiunto per i gestori dei locali e un modo per contrastare abusivismo e pratiche scorrette. Promuovere azioni coordinate che remino nella direzione della responsabilità, della legalità e della consapevolezza contribuisce a rafforzare chi lavora nelle regole e il lavoro delle istituzioni che le devono fare rispettare”.

 

L’attenzione agli aspetti legali, alle modalità di servizio nonché alle condizioni e tipologie di consumo, sono tutti elementi imprescindibili che devono incentivare la sensibilità e la professionalità degli operatori. La collaborazione tra Federvini e Fipe, tra il mondo della produzione e il mondo della somministrazione, punta quindi a promuovere uno stile di consumo attento e ispirato alla convivialità sana ed equilibrata.

“Federvini promuove il consumo moderato e responsabile, ispirato alla dieta mediterranea, espressione dello stile di vita italiano”, ha dichiarato la Presidente Micaela Pallini. Che ha aggiunto: “La Guida al servizio per un consumo consapevole di bevande alcoliche rappresenta un progetto molto importante ed un esempio virtuoso di proficua collaborazione. Gli operatori del mondo del fuori casa possono così contare su uno strumento pratico, chiaro ed efficace per contribuire a creare una cultura del bere di qualità dei nostri vini e spiriti”.