Barista & Farmer vola in Corea del Sud per annunciare i 10 finalisti

È il Seoul Cafè Show, in Corea del Sud, la sede scelta per annunciare i dieci finalisti della nuova edizione di Barista & Farmer, il primo ed unico talent show dedicato al caffè di qualità, ideato da Francesco Sanapo, pluripremiato campione baristi, in collaborazione con Italian Exhibition Group e SIGEP – Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianale e Caffé, con il patrocinio della Speciality Coffee Association (SCA).

I dieci partecipanti alla quarta edizione dello show caffeicolo, scelti da una giuria esperta tra oltre duecentocinquanta migliori baristi al mondo – saranno svelati il 12 novembre presso l’arena centrale del WBC – World Barista Championship, il campionato mondiale di caffetteria, in corso dal 9 al 12.

La presentazione sarà supportata dalla proiezione video sullo schermo principale dell’arena e trasmessa in diretta streaming sui canali del World Coffee Events. L’annuncio sarà preceduto da una serie di interventi volti a contestualizzare l’esperienza che i baristi andranno a vivere in Colombia. Il primo a prendere la parola sarà Francesco Sanapo, pluricampione italiano di caffetteria ed ideatore del talent, che offrirà una visione di insieme del progetto. La sostenibilità ambientale è un tema da sempre caro ai creatori dello show che, a partire dalla scorsa edizione, ha trovato molto più sviluppo grazie anche al supporto di Lavazza, tra i main partner e sponsor dell’iniziativa. La nuova edizione del talent aggiunge infatti ai valori di education e competition proprio quello della sustainability.

Un vero e proprio focus sul tema e su cosa voglia dire fare un caffè sostenibile sarà fornito da Mario Cerutti (Chief Institutional Relations & Sustainability Officer di Lavazza), e, a seguire, da Max Ochoa (Technical Director Hanns R. Neumann Stiftung Du Brasil), coordinatore del progetto di sostenibilità ¡Tierra! di Lavazza in Brasile, nato e sviluppato in collaborazione con la ong Rainforest Alliance allo scopo di migliorare le condizioni sociali e ambientali e le tecniche produttive di alcune comunità di produttori di caffè. Una di queste è quella brasiliana di Lambarì, teatro della scorsa edizione di Barista & Farmer, vinta dal greco Nikolaos Kanakaris, barista di 32 anni, proveniente da Atene.

L’intervento di Luigi Morello (direttore di Mumac Academy, l’accademia della macchina per caffè del Gruppo Cimbali) farà luce su quelle che sono le caratteristiche della Colombia e del suo caffè. Saranno infine Francesco Sanapo e Nikos Kanakaris, vincitore dell’edizione 2016 e tutor dei concorrenti per l’edizione 2018, a concludere la serie di interventi con l’annuncio dei dieci partecipanti alla nuova edizione.

La quarta edizione assicura novità nei contenuti e nelle scelte. I partecipanti di Barista & Farmer, altamente profilati, saranno coinvolti in un percorso completo, dalla raccolta in piantagione del caffè, attraverso tutte le fasi della sua lavorazione, con l’utilizzo delle diverse tecnologie, sino all’esperienza della degustazione e alle varie opportunità di consumo. Parteciperanno alla speciale scuola multidisciplinare, la Academy di Barista & Farmer, sotto la direzione di Alberto Polojac e di numerosi docenti con bagagli culturali internazionali, che seguiranno i moduli di formazioni SCA, affrontando tematiche di agronomia, botanica, nozioni di caffè crudo, tostatura, fino ai metodi di estrazione. Al lavoro e allo studio si uniranno poi il divertimento e lo svago, con giochi e competizioni a tema.

I finalisti saranno ripresi da videocamere e i servizi saranno trasmessi su www.baristafarmer.com e sui canali social del talent. Di questa edizione, sarà poi realizzato un documentario (ogni anno il talent viene raccontato artisticamente in maniera diversa, è possibile vedere l’ultimo prodotto sul canale YouTube omonimo). Si mostrerà così un nuovo modo di concepire il mondo del caffè, con l’intento di diffondere questa cultura, sempre più globale (il caffè è la seconda bevanda più bevuta dopo l’acqua).

La Colombia, il Paese di origine della quarta edizione
La Colombia è il terzo esportatore mondiale di caffè, e riveste da sempre un’importanza cruciale all’interno dello scenario della produzione mondiale sia per l’eccellente qualità della sua materia prima sia per le piccole comunità di produttori che la coltivano con grande dedizione e passione spesso ancora con metodi tradizionali ed altamente qualitativi. Secondo i recenti dati del Comitato Italiano del Caffè, nel periodo che va da dicembre 2015 a novembre 2016, l’export della Colombia è pari a 12.5 milioni di sacchi di caffè verde, mentre l’import in Italia di caffè verde colombiano è di17,5 milioni di kg (pari a 292.273 sacchi), nel periodo gennaio -settembre 2016. In Colombia la Fondazione Giuseppe e Pericle Lavazza porta avanti, nei municipi di Mesetas, Lejanias e San Juan de Arama, importanti progetti di sostenibilità per fornire ai coltivatori di caffè gli strumenti per gestire gli effetti del cambiamento climatico e reintegrare le famiglie di produttori presso territori che negli ultimi decenni sono stati interessati da profonde crisi sociali.