Aperol Spritz, ecco il signature glass firmato da Luca Trazzi

Aperol Spritz presenta ufficialmente il primo signature glass per l’aperitivo più arancio e frizzante d’Italia: un calice che, disegnato dal designer Luca Trazzi, promette di affermarsi presto come nuova icona dell’aperitivo più diffuso e comunemente bevuto in Italia.

Un connubio perfetto, quello tra Aperol Spritz e Luca Trazzi: veronese di nascita e veneziano per corso di studi, il designer ha da sempre un forte legame con il Veneto, sua terra di origine, e con la tradizione di Aperol Spritz. Non solo origini comuni, ma anche un mood e una filosofia condivisi. Proprio come per Aperol Spritz, l’attenzione al dettaglio, l’alta qualità e la fruibilità sono la chiave di tutti i successi firmati dal designer veneto. Gli oggetti disegnati da Luca Trazzi non seguono mai mode e trend, sono oggetti ‘veri’, in grado di inserirsi perfettamente nella quotidianità delle persone, sono facili da usare, da capire e soprattutto hanno linee semplici e accattivanti.

Luca Trazzi
Luca Trazzi

Nato da un’ispirazione di Luca Trazzi, il concept cardine alla base della creazione del nuovo calice sboccia direttamente da Aperol: capovolgendo l’iconica bottiglia e stilizzando la caratteristica curva della base del collo, è stato definito un bicchiere dalle linee sinuose, slanciate e originali. Il calice esprime così tutta la storia e la tradizione del famoso cocktail aperitivo, grazie a un elemento stilistico che, dal 1919, è rimasto invariato nel tempo: l’inconfondibile profilo del collo della bottiglia. Il designer ha voluto trasferire nel bicchiere una connotazione di familiarità, disegnando un oggetto innovativo ma al tempo stesso riconoscibile dai consumatori. Unico e distintivo, il calice ripercorre le curve e la morbidezza della bottiglia di Aperol, protagonista indiscusso dello Spritz, sottolineando le origini e la tradizione del brand.

“Ho disegnato questo calice pensando a un oggetto non minimalista, ma solido e funzionale, in grado di distinguersi dalla classica cristalleria di casa o di un locale” – racconta Luca Trazzi – “Questo calice è stato pensato per dialogare con gli altri oggetti che lo circondano, per essere presente e visibile nel momento di socialità rappresentato dall’aperitivo, ma soprattutto per abbracciare e dare risalto al suo contenuto. Il famoso color arancio dell’Aperol Spritz viene esaltato grazie alle linee morbide e rotonde del calice; in fondo, vista la forma che ho scelto per questo bicchiere, è come se questo drink uscisse e tornasse dalla bottiglia Aperol”.

Il signature glass Aperol Spritz è stato presentato ufficialmente il 27 giugno presso la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, e inizierà ad essere distribuito nei locali da luglio. Ormai da anni il Gruppo Campari fa parte di Intrapresæ Collezione Guggenheim, prestigioso gruppo di aziende, nato nel 1992, che sostiene tutte le attività del museo veneziano.

Il bicchiere sarà anche acquistabile sul sito barcampari.it.