Analisi di marketing: questo è il momento giusto!

In tutto il mondo gli ultimi mesi sono stati caratterizzati da divieto assoluto di uscire di casa, andare a scuola, andare in chiesa, al cinema, a teatro, ai parchi, allo stadio, a trovare amici e parenti. Anche due fidanzati che vivevano in due quartieri diversi non hanno potuto incontrarsi. Alla fine, il virus ha proibito anche l’amore. Questa è una riflessione di Emilio Vanoni, che rispecchia quello che pensiamo un po’ tutti noi.

Il distanziamento sociale, quando finirà, indubbiamente avrà determinato dei cambiamenti.
Quindi, per poter attivare idonee politiche organizzative e di marketing, nel tuo ristorante o nel tuo bar, dovrai necessariamente porti delle domande.
Quando l’emergenza Covid-19 sarà finita:
◼ Come cambierà la propensione all’acquisto del “nuovo soggetto sociale”?
◼ Quali beni acquisterà dopo la crisi?

Come specifico sempre durante i miei corsi, è proprio adesso il momento giusto per fare analisi di questo tipo, se vuoi che la tua attività aziendale abbia i giusti requisiti per avere nuovamente successo sul mercato, e da subito. Da quanto mi viene comunicato dai miei clienti, purtroppo, non sempre c’è la giusta forza mentale per pensare al futuro. Secondo lo psicologo Luca Mazzucchelli, è proprio pensare al futuro, durante questo periodo di emergenza, che ti permetterà di “uscire” dallo stato di incertezza in cui tutti noi imprenditori versiamo. Mazzuchelli continua affermando che restando in contatto con il nostro senso di scopo, attivandoci per nuovi progetti e continuando a prendere decisioni sulla nostra vita, anche quella lavorativa, possiamo nuovamente sentire di avere il “controllo sul mondo”. Quindi creare contenuti, ad esempio arricchendo il tuo brand, o progettando miglioramenti aziendali in base alle nuove esigenze del “consumatore post covid-19”, è il modo migliore per uscire da questa sensazione di incertezza e per vincere sul mercato, appena tutto questo finirà. Non spegniamo l’interruttore della dimensione del futuro, ne abbiamo molto bisogno.

Chi fosse interessato a contattare l’autore può farlo scrivendo a paola.imparato@rehconsulting.it Sito: www.ppuntoimparato.it