Alba designata città creativa dell’Unesco per la gastronomia

Alba è da oggi “Città creativa Unesco per la gastronomia“, entrando così nella prestigiosa lista dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, che tra le città italiane annoverava finora soltanto Parma.

Si tratta di un patrimonio di 64 città di 44 diversi Paesi, ha sottolineato la direttrice dell’Unesco Irina Bokova: di queste, 19 provengono da Paesi che finora non facevano parte del network. Fra le nuove città creative per la gastronomia – oltre alla cittadina delle Langhe, in provincia di Cuneo, con forte vocazione per il tartufo, il vino e le nocciole – entra una città americana, San Antonio, nonostante la decisione degli Stati Uniti di uscire dall’Unesco.