Al via la 7ma edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru

Aperte da oggi, lunedì 10 aprile, le iscrizioni per Il Premio Birra Moretti Grand Cru. La più importante piattaforma di talent scouting per giovani chef e sous-chef under 35 in Italia prende ufficialmente il via da oggi, raggiungendo il traguardo delle sette edizioni.

Promosso dalla Fondazione Birra Moretti in collaborazione con Identità Golose, Il Premio Birra Moretti Gran Cru nelle passate sei edizioni ha scoperto e promosso oltre 879 giovani emergenti della cucina italiana, fra cui tre talenti indiscussi che hanno recentemente ottenuto la loro prima stella Michelin: Giuliano Baldessari, Luigi Salomone e Christian Milone – vincitori delle prime tre edizioni del Premio.
La valorizzazione del talento è tra i principali obiettivi della Fondazione Birra Moretti, che attraverso il Premio Birra Moretti Grand Cru, punta a offrire una concreta opportunità ai giovani, offrendo loro la possibilità di mettersi in luce davanti ai più importanti chef del panorama italiano.

Negli anni, il Concorso ha inoltre contribuito a promuovere il ruolo della birra nell’alta ristorazione, favorendone il consumo a tavola e portando innovazione all’intero comparto della birra e del food.

L’edizione 2017: spazio alla creatività e alla birra a tavola – Tutti gli chef e sous chef di età non superiore ai 35 anni, residenti in Italia e in possesso di una documentata esperienza professionale, sono chiamati a partecipare al concorso. Le iscrizioni per l’edizione 2017 resteranno aperte fino a lunedì 10 luglio, data ultima entro cui inviare alla Segreteria del Premio la ricetta di un piatto – salato o dolce – che preveda l’utilizzo, come ingrediente e in abbinamento, di una o più delle diciotto birre della famiglia Birra Moretti. Il tema da cui trarre ispirazione per il proprio piatto, quest’anno, lascia ampio spazio all’immaginazione: “Creatività e birra a tavola”. L’obiettivo è dimostrare che versatilità, leggerezza, varietà, gusto e accessibilità della birra ben si abbinano all’alta cucina, fatta di tante e diverse tradizioni gastronomiche.

In finale? C’è posto solo per 10 candidati – Fra tutte le ricette pervenute entro il 10 luglio, solo dieci supereranno la prima selezione assicurandosi l’accesso alla finale. Entro il 18 luglio, infatti, si riunirà una giuria tecnica di tre esperti che decreteranno, in forma anonima, le ricette. Elementi chiave saranno l’estro, la capacità di stupire e di valorizzare gli ingredienti e le materie prime in modo originale, senza dimenticare l’equilibrio dei sapori. Nel piatto dovrà emergere in modo distintivo la personalità dello chef, capace di esaltare, allo stesso tempo, le caratteristiche e il gusto unico della birra. Cinque i criteri di selezione da soddisfare: originalità, la giuria valuterà la spinta creativa nella elaborazione della ricetta; dinamica di realizzazione, saranno valutate le varie fasi e i processi di preparazione della ricetta, che dovranno giungere in forma scritta; utilizzo dell’ingrediente birra, sarà valutato l’utilizzo e l’ottimizzazione dell’ingrediente nella preparazione della portata; abbinamento piatto/birra, sarà valutata la motivazione scritta della scelta dell’abbinamento; presentazione attraverso fotografia, sarà valutato l’impatto estetico – che si può cogliere dalla fotografia – che accompagnerà la descrizione della ricetta.

18 birre per lasciarsi ispirare – A oggi la famiglia Birra Moretti con le sue 18 referenze è la più ampia del mercato, una gamma ricca e completa che abbraccia tutti i principali stili birrari e che è in grado di soddisfare le preferenze di tutti, tanto da avere la più elevata penetrazione nel canale dei consumi a casa. Una varietà di gusti segno dell’indiscussa capacità di innovare di Birra Moretti che riesce a raggiungere milioni di consumatori in tutto il mondo. Ed è proprio a tavola che le birre della famiglia Birra Moretti danno il loro meglio. I giovani Chef non dovranno fare altro che individuare quella in grado di esaltare al meglio la propria ricetta.

La finale – A novembre a Milano i dieci finalisti saranno i protagonisti della prova conclusiva sfidandosi dal vivo nella preparazione del proprio piatto davanti a un Giuria composta dai big della ristorazione italiana, chef stellati e sommelier. Il verdetto della Giuria decreterà un vincitore assoluto che si aggiudicherà un premio finale del valore di € 10.000,00.

Un riconoscimento speciale assegnato dal pubblico online – Anche quest’anno, il pubblico potrà dire la sua votando online il proprio piatto preferito, dall’11 settembre al 5 novembre. Sull’apposito mini-sito creato all’interno della piattaforma www.identitagolose.it verranno caricate le dieci ricette finaliste accompagnate da un breve video descrittivo realizzato dai concorrenti. Il giorno della finale, verrà così assegnato un riconoscimento speciale proprio al giovane chef il cui piatto avrà ottenuto il maggior numero di voti online.

Il regolamento completo può essere consultato su www.fondazionebirramoretti.it.