Al Roma Bar Show debutta la Gin House, fra degustazioni e anteprime

Si terrà a ​Roma​ ​lunedì 23 e martedì 24 settembre (Palazzo dei Congressi dell’Eur, Piazza John Kennedy 1, dalle ore 10 alle 21) la prima edizione di ​Roma Bar Show​, evento internazionale dedicato interamente al mondo del beverage. Masterclass, talk e conferenze, eventi collaterali e un fuori salone dedicati al trade e al pubblico, gli stand delle principali aziende e di quelle più indipendenti del settore, il food pairing e lo street food, il caffè, ma soprattutto liquori, vini, spiriti, birra, distillati, i migliori bartender e i loro cocktail, per un evento che coinvolgerà l’intera città di Roma.

Il programma completo e la prevendita dei biglietti al link ufficiale ​www.romabarshow.com​. La fiera è organizzata da Ribs di Andrea Fofi, Fabio Bacchi, Leonardo Leuci e The Jerry Thomas Project e Giuseppe Gallo.

Solo Wild Gin e Doro Aged Gin

Tra le aree tematiche all’interno della fiera ha un ruolo di spicco la ​Gin House​, un’area dedicata al gin organizzata dagli esperti del settore de ​ilGin.it​, il più importante sito web italiano finalizzato a diffondere la cultura del gin. L’area ospiterà numerosi ​espositori sia italiani sia esteri​, alcuni non ancora in commercio nel nostro paese e altri in anteprima assoluta. L’​Imperdibile Gin Bar​ offrirà a tutti i visitatori Gin Tonic pensati appositamente per esaltare al meglio le caratteristiche organolettiche di ogni gin, declinati in tre diverse tipologie (speziato, agrumato e fruttato) per venire incontro al gusto personale di ognuno.

Sponsor ufficiale del bar è Fava bibite con la sua gamma di acque toniche premium ​Imperdibile​. Una novità assoluta all’interno della Gin House sarà l’area “​Adopt a Gin​” nella quale verranno presentati al pubblico e ai potenziali importatori gin non ancora conosciuti in Italia e provenienti da diverse parti d’Europa, come Portogallo, Francia, Irlanda, Belgio e Slovenia. Ci sarà un focus sui distillati giapponesi, sulle acque toniche e sul ghiaccio.

Quello del gin è un settore la cui crescita non accenna a diminuire, poiché si tratta di un distillato dal potenziale infinito: esistono migliaia di gin, tutti diversi l’uno dall’altro e quindi in grado di avvicinarsi al gusto di tutti. Il gin è, assieme alla vodka, la base più utilizzata per i cocktail di ogni tipo, non solo il popolarissimo Gin Tonic. L’obiettivo de ilGin.it è quello di diffondere la cultura del gin e del bere consapevole attraverso il supporto a produttori e distributori e percorsi educativi dedicati al pubblico. A tal fine è stata pensata la Gin House, apportando contenuti di grande interesse sia per i consumatori sia per tutti gli addetti al settore, dagli importatori ai produttori, dai bartender ai giornalisti.

Kapriol Gin e Aqva Lvce Gin

“​Assieme ai nostri collaboratori de ilGin.it lavoriamo per dare visibilità ai gin italiani nel nostro Paese e all’estero e per dare l’opportunità ai gin esteri di farsi conoscere dal pubblico italiano”, spiegano Marco Bertoncini e Vanessa Piromallo, fondatori de ilGin.it. “Per questo motivo aiutiamo i produttori a partecipare e alle fiere internazionali e avere visibilità. Il mercato del gin in Italia continua a crescere esponenzialmente ed è la nostra missione dare ai prodotti di qualità la possibilità di ritagliarsi il proprio spazio in questo grande mercato”.

Molte altre le iniziative che caratterizzeranno la prima edizione del Roma Bar Show. Tra queste il Mexico Village, la finale italiana di “The Vero Bartender”, cocktail competition targata Montenegro, l’arrivo di “La Classica 2019”, evento ciclistico promosso da Martini Racing, numerosi seminari gratuiti con ospiti nazionali e internazionali e altre attività finalizzate al confronto e all’elevazione della spirit industry e della mixology in Italia.

L’app “Tu Drink”, integrata per la manifestazione, consentirà ai visitatori di orientarsi tra spazi espositivi, eventi e attività fuori salone.