A Milano il convegno “Quale economia per nutrire il Pianeta?”

Responsabilità sociale d’impresa e cooperazione internazionale attraverso modelli di business inclusivo. Giovedì 3 settembre dalle ore 10 alle ore 13,30 a Milano, presso il Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 63, si terrà il convegno “Quale economia per nutrire il Pianeta? Responsabilità sociale d’impresa e cooperazione internazionale attraverso modelli di business inclusivo” organizzato da Pernod Ricard e PlaNet Finance Group.

Prenderanno parte all’evento: Jacques Attali, economista francese, Fondatore dell’ONG PlaNet Finance e Presidente di Positive Planet Foundation, Sandrine Ricard, Vice Presidente Pernod Ricard, CSR Communications e Olivier Brochet, Console generale di Francia a Milano insieme alle istituzioni locali e ai principali rappresentanti del settore.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link. Qui invece l’invito.

Il gruppo Pernod Ricard è nato nel 1975 dalla fusione delle due società francesi Pernod e Ricard, che producevano due aperitivi molto famosi. Il gruppo ha avuto una forte crescita in cui la tappa più significativa fu l’acquisizione nel 2001 della produzione di vino e alcolici del gruppo canadese Seagram, messo in vendita da parte di Vivendi Universal a seguito della fusione tra Vivendi e Seagram nel 2000. Il suo fatturato ammonta a 3,4 miliardi di euro (2003), per un risultato netto di 464 milioni di euro, con oltre 12.000 lavoratori dipendenti. Come terzo gruppo al mondo nel settore alcolici, Pernod Ricard ha negoziato nel 2005 con il suo alleato statunitense Fortune Brands l’acquisizione del numero 2, il suo concorrente britannico Allied Domecq, conglomerato poco dinamico sorto nel 1994 da fusioni multiple, ma che deteneva etichette importanti come la tequila Sauza, il rum Malibu, Canadian Club, il cognac Martell, Kahlua, e whisky come Ballantine’s, Aberlour, Long John e Chivas Regal. Quest’acquisizione fa di Pernod Ricard il secondo gruppo mondiale di vini ed alcolici (dopo Diageo), con un fatturato di 5,6 miliardi di euro. Questo gruppo è presente anche in Europa, in Giappone, in Messico, in Brasile, in Cina ed in Russia.

PlaNet Finance Italia è l’antenna italiana del Gruppo PlaNet Finance. Nata nel 2000, contribuisce alla missione del gruppo con varie attività: Fundraising per finanziare progetti internazionali e attività legate alla microfinanza nel mondo; Sensibilizzazione dell’opinione pubblica attraverso l’organizzazione di eventi (conferenze, workshop) e lo sviluppo del programma “University Meets Microfinance” destinato alle università italiane per accrescere la conoscenza della microfinanza; Sviluppo di progetti di microfinanza sia dall’Italia verso il sud del mondo che viceversa; Progetto di creazione di una società di micro-venture capital per investire nelle microimprese sottocapitalizzate nella Provincia di Milano.
Dal 2008, sono stati raggiunti i seguenti risultati: Due accordi triennali con Capgemini Italia per sostenere lo sviluppo delle nostre attività; Un accordo di 7 anni con il Comune di Milano per lo sviluppo di progetti di assistenza tecnica nei paesi in via di sviluppo; Un accordo con Pernod Ricard Italia per sostenere i produttori di spezie nello stato del Kerala (India); Due progetti nel sud del mondo con un impatto diretto sul territorio italiano: 1. Valorizzazione delle rimesse dei migranti filippini; 2. Identificazione di potenziali mercati di sbocco per il burro di karité del Ghana. Uno studio di fattibilità, in collaborazione con la Banca Popolare di Milano e il Boston Consulting Group, e le successive attività di fundraising per il progetto di microventure capital; Promozione sul territorio italiano del programma europeo “University Meets Microfinance”; Organizzazione di dibattiti a Milano su tematiche di rilievo relative alla microfinanza. PlaNet Finance Italia è socio della Rete Italiana di Microfinanza dal 2009.