Spontini: lo sviluppo del 2018 del marchio fra Italia ed estero

    Spontini, brand milanese della pizza al trancio in rapida crescita a livello nazionale e internazionale, ha presentato nel nuovo headquarter di Milano, i risultati di bilancio 2017 e annunciato le linee di sviluppo dell’espansione del marchio in Italia e all’estero. Con un fatturato in crescita di oltre l’11% rispetto al 2016, Spontini prosegue nel percorso di crescita italiano e internazionale iniziato nel 2015 con il primo punto vendita a Tokyo, in Giappone, e che proseguirà da quest’anno con il Middle East e il Nord Africa.

    Fatturato 2017 a 23,5 milioni
    Il Gruppo chiude il 2017 con un fatturato a quota 23,5 milioni di euro, in aumento dell’11,2% rispetto ai 21 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. L’incremento è dovuto sia alle cinque nuove aperture del 2017 (Bergamo Alta e Centro, Stazione Centrale, Como, Assago) sia all’ampliamento del menu alle cosiddette “Speciali” che hanno affiancato il classico trancio Spontini alla margherita e all’acciuga. “Sono numeri importanti – afferma il CEO & Founder di Spontini Holding, Massimo Innocentiche testimoniano la natura di un’azienda che ha voglia di ricoprire ancor di più un ruolo da protagonista nel futuro della ristorazione e di non accontentarsi dei pur importanti traguardi già raggiunti. Le sfide non ci spaventano, per questo siamo proiettati verso altre opportunità che nei prossimi mesi ci porteranno verso nuove location e nuovi mercati”. Nel corso del 2017 Spontini ha servito più di 4 milioni di tranci di pizza, utilizzando più di 460 tonnellate di farina, quasi 270 tonnellate di pomodori e 317 tonnellate di mozzarella.

    Piano di sviluppo italiano
    Prosegue lo sviluppo in Italia secondo le direttrici già tracciate che prevedono un rafforzamento nel canale travel, nei grandi centri commerciali e in location storiche. Dopo l’esordio nelle stazioni con l’apertura lo scorso anno in Stazione Centrale a Milano, il 2018 segnerà il debutto negli aeroporti. Nel giro di pochi giorni aprirà a Malpensa una nuova pizzeria nel Terminal 1 Area Extra Shengen, Satellite B. “Malpensa sarà per noi una vetrina sul mondo utile per farci conoscere e per studiare gusti e comportamenti dei consumatori di altri mercati e di altre culture. La partnership con Grandistazioni e con MyChef Spa di Areas Italia ci permette di svilupparci in luoghi di transito altamente visibili e battuti” afferma Massimo Innocenti. Altra apertura imminente, quella di Venezia. Inaugurerà entro la primavera, infatti, in Strada Nova, zona Cannaregio, in pieno centro storico, la prima pizzeria Spontini in Veneto.

    Espansione estera
    Durante la conferenza stampa, il CEO Massimo Innocenti è entrato nei particolari anche dell’accordo annunciato il 17 gennaio scorso con il Gruppo Alshaya: “La prima parte del piano di sviluppo prevede 34 aperture entro sette anni, partendo dal Kuwait e dagli Emirati Arabi Uniti – ha affermato Innocenti -. Oltre a quelli citati, le inaugurazioni riguarderanno Paesi come Bahrein, Oman, Qatar, Arabia Saudita, Libano, Giordania e, nella seconda e nella terza fase, Nord Africa, Turchia e Russia. Spontini rimarrà fortemente connotato come marchio italiano e milanese del food, ovviamente con le dovute modifiche al menu rese necessarie dai diversi contesti di mercato. Per questo, oggi più che mai, possiamo definire Spontini un marchio del made in Milano davvero globale”.


    I NUMERI DI SPONTINI

    Fatturato 2017: 23.500.000 €
    Dipendenti: 307
    di cui donne: 42%
    di cui stranieri: 30%
    Mozzarelle utilizzate: 317.534 kg
    Farina consumata: 460.481 kg
    Pomodori usati: 266.928 kg
    Tranci di pizza venduti: 4.194.419
    Numero punti vendita: 24, di cui 8 in franchising (6 in Italia e 2 in Giappone)
    Nazionalità dipendenti
    Albania, Bangladesh, Brasile, Ecuador, Egitto, El Salvador, Etiopia, Filippine, Italia, Marocco, Nigeria, Pakistan, Perù, Polonia, Repubblica Dominicana.

    Articoli correlati

    Il Ministero dello Sviluppo Economico ha riconosciuto il Brevetto di Invenzione industriale a Giovanni Kahn della Corte, titolare del brand Johnny Take Uè, progetto...

    Pernod Ricard, secondo gruppo mondiale nel settore dei vini e dei superalcolici, comunica con soddisfazione i risultati relativi alla chiusura della prima metà dell’anno...

    Competitive Data ha completato come ogni anno l’analisi dei bilanci delle prime 200 società di gestione vending, e di 45 produttori di distributori automatici...

    Domino’s Pizza è alla ricerca di 100 nuove figure professionali da inserire nei suoi punti vendita. Un numero significativo per la prima catena di...

    Spontini, brand milanese della pizza al trancio, ha firmato un accordo di espansione in Medio Oriente e Nord Africa con M.H. Alshaya Co., che...

    L’Italia non è una delle nazioni con maggiore estensione al mondo, ma la sua fama è unica, alimentata da diversi elementi caratterizzanti, a partire...

    Dicembre, tempo di bilanci. Anche per la Distilleria Castagner di Visnà di Vazzola, che chiude l’annata forte di importanti riconoscimenti. Il più recente, quello...

    La ristorazione fuori casa rappresenta la nuova “frontiera” nel campo del senza glutine, un confine che Dr. Schär, da oltre 35 anni leader europeo...