Novel food: anche i foodie non sono pronti agli insetti sal ristorante

Novel food: anche i foodie non sono pronti agli insetti sal ristorante

D’ora in poi potremo trovare farine di baco da seta o integratori a base di grilli nel menù dei ristoranti. Dal primo gennaio 2018 è entrato in vigore il regolamento Ue sui novel food, che è stato approvato il 25 novembre 2015. Gli insetti e i prodotti che ne derivano, già parte della dieta di oltre due miliardi di persone a livello globale, potranno arrivare anche sulle nostre tavole. Millepiedi cinesi, tarantole, vermi giganti, bachi da seta, farfalle, cimici d’acqua, scorpioni, scarabei, grilli: anche in Italia ne sarà possibile la produzione e la vendita.

Ricchi di proteine ed ecosostenibili possono essere allevati con poca acqua ed energia, ecco perché il consumo di insetti è sostenuto dalla FAO. Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, infatti, l’ uso di insetti per l’alimentazione presenta vari vantaggi per l’ambiente, per la salute e per il miglioramento della condizione sociale e dei mezzi di sussistenza di varie popolazioni.

Ma i consumatori sono pronti? Secondo un’indagine di Coldiretti, in Italia la novità non sembra entusiasmarli. Oltre metà del campione considerato in questa ricerca (54% ) afferma di essere contraria poiché sono cibi che non appartengono alla nostra cultura . Il 24% la accoglie con indifferenza e solo il restante 16% è favorevole. La situazione cambia poco anche quando si tratta di consumo al ristorante. Secondo un sondaggio condotto da TheFork sui propri utenti a dicembre 2017 che ha ottenuto quasi 300 risposte l’81 % non mangerebbe piatti a base di insetti al ristorante, mentre solo il 19% sarebbe disposto a provarli.

Nell’ambito della ristorazione, il ristorante Essento Dinner in Svizzera offre già delle vere e proprie delicatessen a base di insetti nel corso di un pop-up tour che attraversa il Paese. Un aperitivo e un menù di 4 portate, permette di conoscere i sapori della fonte proteica del futuro.

Articoli correlati

Come ogni anno, anche il 2018 porta con sé nuove tendenze gastronomiche. Se il 2017 è stato l'anno del cibo nero, degli avocado toast,...

Vuoi mangiare al ristorante senza pagare? Allora vai in cucina a lavare i piatti. Succede a Tokyo, al ristorante Mirai Shokudo, la cui proprietaria...

Il panorama mozzafiato meriterebbe da solo un viaggio. Se al paesaggio si unisce una cucina d’eccellenza, fatta di ricercatezza, materie prime di qualità e...

Non sarà più la solita minestra. Nei prossimi anni la nostra tavola sarà popolata da alimenti inediti quali insetti e alghe esotiche, carni vegetali...

Il 2018 porterà una rivoluzione sulle tavole degli italiani: dal primo gennaio si applica infatti il nuovo regolamento europeo sui "novel food" che permetterà...

Più spazio al cenone e meno ai regali. Le festività natalizie ormai alle porte saranno all’insegna di spese per i viaggi, per l’acquisto di...

Il pranzo di Natale a base di carne con la famiglia ma al ristorante, senza spendere troppo. E panettone piuttosto che pandoro. Questo è...

A soli 3 km da Piazza Maggiore, vicino alla Fiera di Bologna, apre i battenti Doppio Malto Brew Restaurant Bologna, in via Stalingrado 42,...