McDonald’s, in arrivo le ordinazioni con lo smartphone

McDonald’s, in arrivo le ordinazioni con lo smartphone

McDonald’s introdurrà entro la fine dell’anno la possibilità di effettuare le ordinazioni tramite app per dispositivi mobili in tutti i suoi 14mila ristoranti degli Stati Uniti e in circa altri 6mila in Canada, Regno Unito, Francia, Germania, Australia e Cina. Ed è facile presumere che la estenderà su scala mondiale a partire dal 2018. La nuova modalità, attualmente in fase di sperimentazione in alcuni McDonald’s in California e nello Stato di Washington, permette di inviare l’ordine da remoto con lo smartphone per poi ritirarlo al momento stabilito nel ristorante desiderato (compresi i McDrive) senza code e tempi di attesa.

Nell’app (disponibile in questa fase di test solo per iOS, ma arriverà naturalmente anche per Android) si selezionano menu, panini, stuzzichini, bibite, dessert e quant’altro si desideri dall’assortimento disponibile nel ristorante prescelto. La stessa app consente di individuare i ristoranti McDonald’s nella zona, indicando il tempo necessario per raggiungerli; una volta giunti in prossimità del punto vendita, basterà fare il “check-in” direttamente dall’app e il personale inizierà a preparare quanto ordinato, in modo da consegnare il tutto ben caldo (o freddo, per bevande, gelati e milk shake) al cliente. E sempre all’interno dell’app potrà essere effettuato il pagamento al momento del ritiro.

Le ordinazioni via app mobile di cibo da ritirare in un punto vendita fisico sono una novità per McDonald’s ma non certo per molte altre multinazionali del “quick food”: funzionalità simili sono disponibili da tempo, ad esempio, da Starbucks e da Domino’s Pizza (in quest’ultimo caso anche nel nostro Paese). Anche Burger King sta sperimentando oltreoceano le ordinazioni da mobile, mentre Wendy – riporta Business Insider – prevede di offrire questa modalità di acquisto entro l’anno in circa metà dei suoi punti vendita americani. Del resto, come ha commentato il CEO di McDonald’s, Steve Easterbrook, “è meglio arrivare sul mercato al momento giusto, piuttosto che per primi”.

Articoli correlati

Si chiama Linkee ed è un'applicazione francese con cui ristoranti e supermercati possono connettersi a una rete di volontari quando resta del cibo invenduto...

Il food delivery ti raggiunge anche alla fermata del tram. E' l'iniziativa realizzata da McDonald's a Milano durante la settimana della moda (Milan Fashion...

Ieri, in occasione del Global McDeliveryDay, McDonald’s ha celebrato in tutto il mondo l’arrivo del servizio McDelivery. Per farlo, sono state realizzate in diversi...

TripAdvisor ha presentato i risultati dello studio sul coinvolgimento dei clienti 2017, che analizza le interazioni dei consumatori con gli oltre 4.2 milioni di...

Quali sono le mode food dell’estate 2017? Se l’è chiesto TheFork, app numero uno nella ricerca e prenotazione online dei ristoranti in Italia ed...

Le vacanze basate sulla scoperta di un luogo attraverso il cibo locale e tradizionale sono uno dei trend che sempre più contraddistinguono le esperienze...
video

In Italia la mitica catena di fast food Kentucky Fried Chicken è sbarcata da pochi anni ed è attualmente in piena espansione, ma in...

Gli italiani ordinano a domicilio e grazie al digitale emergono gusti, passioni, abitudini e nuovi trend, oltre a differenze tra le preferenze di uomini...